Italia Nostra

Data: 5 Maggio 2021

Per combattere la Toumeyella parvicornis occorrono un Commissario Straordinario e risorse umane

Italia Nostra ritiene che occorra fronteggiare la “pandemia dei pini” in atto in Italia e provvedere alle cure necessarie a larga scala, nominando subito un Commissario Straordinario, che possa coordinare i vari enti, sia decisori che di ricerca, e velocizzare gli appalti con ditte specializzate e certificate.

È noto che il Ministero delle Politiche Agricole sta lavorando ad un Decreto emergenziale che obbligherà le Regioni coinvolte ad occuparsi del problema ma gli interventi di contrasto non saranno omogenei sul territorio se le Regioni potranno decidere singolarmente e in totale autonomia. Va poi affrontato il problema delle risorse umane da mettere in campo: il Servizio Fitosanitario della Regione Lazio, per esempio, ha in organico soltanto 7 ispettori e certamente servono rinforzi.

Italia Nostra chiede che il Commissario straordinario, o altro incaricato, si faccia parte attiva per promuovere un coordinamento dei vari enti che in città gestiscono aree alberate con presenza di Pini. A Roma, unicum in Italia, hanno potestà decisionale, a seconda dei siti, sia una Soprintendenza statale che una Sovrintendenza capitolina, poi ci sono le aree naturali gestite da Roma Natura che è un ente regionale, ci sono enti governativi, ambasciate, oltre ad uno stato estero.

Va inoltre affrontato il tema del verde privato per il quale possono esse previste soluzioni varie quali “bonus verde” o altre forme di sostegno. Apprezziamo la buona volontà di tutti: delle istituzioni che cominciano a sensibilizzarsi sul tema e dei cittadini che per amore dei loro alberi prendono iniziative per salvarli ma temiamo l’eventualità di una mancanza di coordinamento se non, addirittura, il fai da te senza guida e controlli. La possibilità di salvare i Pini con la lotta obbligatoria e gli interventi endoterapici impone responsabilità e metodo di intervento, la definizione di Piani e priorità basati su evidenze scientifiche.

Il Pino è stato insignito dell’Award of Garden Merit da parte della Royal Horticultural Society, non possiamo mettere a rischio un patrimonio arboreo nazionale così prezioso.  L’Italia non può pensare di perdere pinete storiche come Riserva del Litorale Romano, Feniglia, Argentario, Punta Ala, Versilia, Castiglione della Pescaia (solo per citarne alcune) che sono una componente essenziale del nostro turismo.

ITALIA NOSTRA

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra