Italia Nostra

Data: 7 Marzo 2020

Ugento: il Comune si costituisca parte civile e organizzi un tavolo di confronto

Ugento: il Comune si costituisca parte civile e organizzi un tavolo di confronto. E’ questo l’appello lanciato dal presidente della sezione di Italia Nostra Sud Salento, Marcello Seclì, a seguito del sequestro di un’area del parco naturale «Litorale di Ugento». L’area è interessata dai lavori di rinaturalizzazione dei paesaggi costieri, finanziati dalla Regione con quasi 5 milioni di euro. Secondo gli inquirenti, il sentiero sarebbe stato realizzato ricorrendo a scarti di materiali inerti nonchè asfalto e materiali plastici.

«L’area del Parco – afferma Seclì – in questi anni è stata oggetto di ripetute attività improprie, come gli incendi, che hanno causato danni enormi a flora e fauna. In merito al progetto, non mettiamo in dubbio la sua utilità, ma forse si potevano valutare meglio tempi e modi, per non arrecare danni all’area. Riteniamo – conclude Seclì – che il Comune debba costituirsi parte civile in un eventuale processo e che debba essere attivato un tavolo, aperto ad associazioni e organismi scientifici, per valutare i danni già causati e per evitarne altri».

http://www.parcolitoralediugento.it/

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy