Italia Nostra

Data: 31 Gennaio 2012

Una speranza per Roma

Italia Nostra chiede al ministro della Cultura Ornaghi che nella scelta del nuovo Soprintendente di Roma prevalgano competenza e merito

In queste ore si sta decidendo il futuro della più importante Soprintendenza Archeologica d’Italia. Il nuovo Soprintendente che il ministro dovrà nominare sarà chiamato a guidare una situazione oltremodo complessa assommando in sé, in pratica, non solo il ruolo di massimo dirigente della Soprintendenza, ma anche quello di Commissario all’area archeologica centrale. Il Commissariamento che per oltre due anni ha interessato l’area archeologica centrale, si è infatti concluso anch’esso da poco tempo, il 31 dicembre, lasciando aperte numerose questioni sia sul piano della tutela (rischio idrogeologico del Palatino e Domus Aurea in primis) che gestionale (Colosseo).
L’accorato appello del personale interno della Soprintendenza dei giorni scorsi che rilevava il blocco amministrativo de facto dell’istituzione, sottolinea un altro problema che, peraltro, la nostra Associazione denunciava da mesi. Infine il recente decreto di Roma Capitale con le numerose criticità di applicazione che presenta nell’ambito dei beni culturali, aggiunge un ulteriore elemento di complessità alla vicenda della gestione complessiva del patrimonio archeologico forse più importante al mondo.
Per queste ragioni Italia Nostra si rivolge al Ministro Ornaghi per sottolineare la necessità di una scelta di alto profilo scientifico: in linea con quanto questo Governo afferma da sempre, è necessario riportare al centro delle scelte competenza e merito, coinvolgendo forze nuove in grado di apportare nuove risorse ed energie, per una sfida difficile ma esaltante. Come dimostrano, d’altro lato, le vicende di queste settimane, il personale scientifico della Soprintendenza è di tale livello da riuscire a gestire, con capacità e dedizione, il sistema della tutela nell’ordinario.
Ma c’è bisogno di più: la Soprintendenza Archeologica di Roma e Ostia ha assoluta necessità di un rilancio complessivo che la faccia tornare ad essere uno dei motori di crescita e innovazione culturale della città quale per lunghi anni ha saputo essere e un modello di gestione del patrimonio archeologico per il paese e il mondo quale potrebbe divenire.

ITALIA NOSTRA – Ufficio stampa
Maria Grazia Vernuccio cell. 335.1282864 – mariagrazia.vernuccio@gmail.com

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra