Italia Nostra

Data: 22 Settembre 2021

A chi interessa delegittimare Italia Nostra?

Logo Italia Nostra Social

Domenica scorsa è uscito sul Fatto Quotidiano un articolo dal titolo “Italia Nostra, il presidente sotto accusa: Che accordi ha preso con Cingolani?” a firma della giornalista Ilaria Proietti. Nuclearisti, salviniani e in combutta con i poteri forti. Queste le accuse sottintese.

È bene chiarire come stanno realmente le cose nella più antica associazione ambientalista italiana da sempre battutasi per conservare il paesaggio e il patrimonio culturale italiano.

Italia Nostra è antinuclearista. Da sempre né di destra, né di sinistra o di centro. È impegnata da mesi insieme ad altre 15 associazioni ambientaliste, unite nella Coalizione Art. 9, in un confronto istituzionale con membri del Governo e con i due rami del Parlamento sulle problematiche collegate alla Transizione Ecologica e al PNRR. Queste le attività svolte a livello istituzionale:

  1. Invio formale al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio e a vari Ministri della documentazione fotografica dello scempio paesaggistico perpetuato da anni nelle regioni centro meridionali attraverso la realizzazione di “parchi eolici” e impianti di fotovoltaico a terra con consumo di suolo agricolo;
  2. Il 10 giugno 2021, come prima significativa iniziativa della Coalizione Art. 9, organizzazione di una manifestazione pubblica davanti a Montecitorio per farsi audire dalle commissioni parlamentari;
  3. A fine luglio, in delegazione con LIPU, Mountain Wilderness, Amici della Terra, incontro in remoto con il ministro Cingolani per rappresentare le preoccupazioni rispetto alla conservazione del Paesaggio, minacciato da un processo di sviluppo energetico incontrollato dalla pianificazione territoriale.

Come altre associazioni ambientaliste e di categoria, Italia Nostra partecipa a tutte le audizioni parlamentari nell’ambito delle consultazioni per la redazione del PNRR, condivise sui canali TV del Senato e della Camera e aperte al pubblico in diretta o sui relativi siti istituzionali.

Inutile precisare che questa attività è sempre stata divulgata ai membri dell’associazione dandone anche ampia diffusione sul sito di Italia Nostra e sui canali social. Pensare che tutto questo sia avvenuto in “segrete stanze” significa non aver presente come funzionano le consultazioni e come si svolge la normale vita associativa all’interno di una compagine democratica come quella di Italia Nostra.

Visto che l’associazione è in questo momento impegnata nel rinnovo del direttivo nazionale, si ipotizza che queste illazioni siano il tentativo di qualcuno di destabilizzare Italia Nostra e vincere le elezioni. Un esempio, riportato nell’articolo, sono proprio le segnalazioni di alcuni soci pervenute alla Prefettura su presunte irregolarità in cui non sono state riscontrate ad oggi elementi di rilievo. Ecco perché l’articolo, che tra altro reca anche un refuso in un nome, non giova a nessuno. È cosa risaputa che ciclicamente la battaglia sia serrata e “volino gli stracci” (per usare l’abusata metafora dell’articolo) ma anche questo fa parte delle dinamiche democratiche, nel bene e nel male. Chi grida allo scandalo è fazioso e viene smentito dai contenuti espressi nei comunicati stampa e nei documenti presentati/inoltrati nelle sedi istituzionali.

Tutto ciò, purtroppo, fa gioco invece a coloro che, fuori l’associazione, vogliono l’accelerazione della transizione ecologica, senza che vengano precisate le aree idonee e non (per es. intorno ai centri storici, nelle aree di Natura 2000, nei parchi nazionali e regionali, ecc.) alla declinazione energetico-industriale del territorio italiano.

ITALIA NOSTRA

***

Si pubblica la nota ricevuta da Rita Paris, Presidente Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli:

Lettera per Presidente Italia Nostra_da Presidente Bianchi Bandinelli

 

CS Replica FQ 22 9 2021

 

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra