Italia Nostra

Data: 4 Novembre 2022

Consumo di suolo: l’agrivoltaico, i piani casa e la strategia europea per il suolo 2030

Italia Nostra i questi anni ha presentato osservazioni sulle leggi sul consumo di suolo e ha partecipato alla scrittura della proposta di legge redatta dal Forum SIP presentata al Senato italiano. Oggi parliamo della Strategia sul suolo proposta dalla Comunità europea.

La pianificazione urbanistica, se messa in una legge nazionale, potrebbe essere l’unica a limitare il consumo di suolo.

Da urbanista, mi pare che l’urbanistica non esista più. In particolare non esiste in alcune regioni italiane come la Campania, la Puglia, la Sardegna, dove vige il Piano Casa, prorogato per 15 anni, in deroga al consumo di suolo. In queste condizioni, parlare di consumo di suolo è assurdo. Il Prof. Paolo Pileri richiama gli urbanisti perché non ne parlano.

Il problema è che nei piani regolatori non si parla di suscettibilità, di uso e di capacità dei suoli, né di carte pedologiche e se poi uno è conseguente a queste carte per le previsioni o non previsioni urbanistiche e i piani regolatori potrebbero essere tutti gonfiati. Si evocano “diritti acquisiti” e così diventano impossibili le previsioni urbanistiche che limitano il consumo di suolo.

Perfino il DDL sulla rigenerazione urbana non tratta più di consumo di suolo. Nell’ultima versione (cliccare qui per lo storico e le ultime versioni del testo) si trova negli obiettivi, ma non c’è più un calcolo di consumo si suolo e inoltre si afferma che è possibile fare la rigenerazione urbana nei centri storici (una vera aberrazione per chi è di Italia Nostra).

Leggo nel documento europeo una grande “bufala” riguardo alle bonifiche: il suolo si crea in tanti anni ed è un processo lento, ma noi riusciamo a togliere il cemento e a ricreare subito per miracolo un suolo che dia servizi ecologici… Questa “bufala” è presente anche nelle leggi regionali (Si veda: Pileri P., L’intelligenza del suolo, 2022) e si chiama consumo di suolo netto.

Un’altra “bufala”: il suolo figurativamente consumato. Poche leggi in Italia parlano di consumo di suolo, di arresto di consumo di suolo, come abbiamo scritto noi nella proposta di legge del Forum. Parlano di riduzione di consumo di suolo o usano altri termini per permettere chiaramente di continuare a fare consumo di suolo.

Bonificare, certificare lo stato dei suoli, fare gratuitamente l’analisi del tuo suolo…non sono cose serie e non intaccano il consumo di suolo.

Resta da chiarire se il Forum debba utilizzare le proprie energie per ottenere una legge italiana sul consumo di suolo o se invece debba concentrarsi sulla legge europea sul suolo.

GIACINTO GIGLIO

CONSIGLIERE NAZIONALE ITALIA NOSTRA

BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA

AGRIVOLTAICO:

GIGLIO G., Salviamo il paesaggio.it/blog/Che cosa dicono le linee guida in materia di impianti agrivoltaici dell’Enea

Questo scritto smonta le linee guida dell’ENEA sull’agri-voltaico. Una cosa è il fotovoltaico sui tetti come integrazione del reddito agricolo, un’altra cosa è il fotovoltaico a terra che ha rovinato la Puglia e qualche altra Regione (malgrado puntino sul turismo o l’agro turismo). Ed anche l’agri-voltaico su terreni agricoli.

PIANO CASA:

GIGLIO G., Salviamo il paesaggio.it/blog/Puglia: pronto il nuovo piano casa ma non è un passo avanti

STRATEGIA EUROPEA SUL SUOLO:

Salviamo il paesaggio.it/blog/ Seminario di studio sulla Strategia Europea sul Suolo per il 2030 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra