Italia Nostra

Data: 16 Gennaio 2019

A Portoferraio piacciono i marciapiedini

Sono stati appena completati nuovi marciapiedi davanti alla Porta a Terra, una delle due porte medicee di Cosmopoli, uniche vie di accesso al centro storico di Portoferraio, all’isola d’Elba.  Italia Nostra li considera un nuovo attacco al patrimonio culturale dell’isola, secondi, come importanza e in ordine di tempo, alla demolizione, ricostruzione e ampliamento della “Gattaia” – entrambi gli interventi realizzati con l’approvazione della Soprintendenza.  Il materiale scelto, di klink scivoloso, le strisce pedonali gialle, segnalazioni luminose a led, cartelli e pali incompleti, sono, per Italia Nostra, una barbarie.  Il passaggio, pedonale, così concepito, appare anche pericoloso.

È questa la soluzione scelta dal Comune di Portoferraio per agevolare il flusso di quei visitatori che, dalla zona portuale di attracco dei traghetti e delle navi crociera, si apprestano a visitare le fortificazioni medicee e una delle due residenze dell’esilio napoleonico elbano.   La soluzione è chiaramente inadeguata: non si tratta di accogliere qualche visitatore occasionale, ma di veicolare decine di migliaia di persone ogni anno.

Si trascura così l’elemento di raccordo necessario all’accoglienza del turismo, nazionale e internazionale: il necessario dialogo tra la zona moderna, il porto e il centro storico.  Finché non si costruiranno infrastrutture armoniche per collegare le varie componenti della città, l’ingresso alla parte medicea resterà un calvario, perché il flusso turistico pedonale sarà sempre considerato un problema, non un valore aggiunto: i lavori da poco conclusi negano il valore e il significato di una progettualità qualificata e di ampio respiro.   Mancano, in tutto questo, l’amore e il rispetto per il nostro patrimonio.   Assente è l’attenzione degli altri Comuni elbani e della GAT Gestione Associata per il Turismo per un bene comune e da condividere.

foto Elbareport

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra