Italia Nostra

Data: 11 Maggio 2017

I Medici: ritratti, ville e altri itinerari medicei in Toscana

Domenica 14 maggio 2017 Italia Nostra Onlus lancerà la prima Giornata Nazionale dei Beni Comuni, dove per “beni comuni” s’intende il patrimonio “condiviso della Nazione”.  

Italia Nostra Toscana aderisce al Progetto didattico I Medici: ritratti, ville e altri itinerari medicei in Toscana (accreditato UNESCO 2013 e segnalato Best Practice 2015), finalizzato alla scoperta e valorizzazione di Itinerari Medicei attraverso scambi fra scuole interessate. Il Progetto è stato recepito nella Proposta didattica del Mu.Me.Loc. (Museo Memorie Locali) di Cerreto Guidi (FI).

L’impronta lasciata dai Medici in Toscana è immensa. A partire dal 2004, con significativo anticipo sui riconoscimenti ufficiali (Sito seriale UNESCO Ville e Giardini Medicei Patrimonio dell’Umanità 26/6/2013) e sulla Fiction I Medici RAI1 (2016) il Progetto ha portato alla scoperta e alla valorizzazione di molti itinerari medicei in Toscana. Fra questi l’Itinerario Ville Medicee e l’Itinerario Cosmopolis-Portoferraio.

Quest’anno le Sezioni Italia Nostra Medio Valdarno e Arcipelago Toscano presentano due proposte congiunte.

  • La Sezione Medio Valdarno il 12 Maggio alle ore 21,15 propone un Incontro al Mu.Me.Loc. di Cerreto Guidi sugli ITINERARI MEDICEI IN TOSCANA – LE VIE DEI MEDICI percorsi inediti e suggestioni a cura di Patrizia Vezzosi. A partire dalla Villa Medicea di Cerreto Guidi inserita nell’Itinerario Ville Medicee, saranno evidenziati altri nove straordinari itinerari tematici fra cui l’Itinerario Cosmopolis-Portoferraio.

Consulta la Locandina evento del 12 maggio 2017

La splendida Villa di Cerreto Guidi con gli Scaloni del Buontalenti, originaria residenza di caccia di Cosimo I de’ Medici e della sua corte, oggi Museo Nazionale, conserva fra l’altro, una consistente e molto interessante, ma poco conosciuta, raccolta di Ritratti Medicei che favorisce nei giovani visitatori la conoscenza dei membri della Famiglia, del loro aspetto fisico, del loro status sociale nonché della moda e del gusto dell’epoca. E’ importante anche perché comprende alcuni rari ritratti di personaggi che non sono compresi nella più famosa Serie Aulica o dei Serenissimi Principi conservata agli Uffizi.

Si segnala altresì che la Villa fa parte di un complesso più vasto (immobili utilizzati in parte come abitazione di custodi e depositi) che potrebbe avere destinazioni maggiormente significative rispetto al rilevante contesto culturale di cui è parte integrante. 

  • La Sezione Arcipelago Toscano di Italia Nostra propone tutta l’isola d’Elba, medicea per nove anni (1548-1557). Il 19 maggio alle ore 18,00 nell’Area archeologica della Linguella il Comune di Portoferraio, Assessorato alla Cultura, presenterà LE VIE DEI MEDICI percorsi inediti e suggestioni a cura di Patrizia Vezzosi seguita alle 19,00 da Musica, Danza e Storia, uno spettacolo sulla storia di Cosmopoli, che vedrà protagonisti giovani studenti delle scuole medie elbane ad indirizzo musicale, insieme alla scuola di danza, che hanno aderito al progetto.

Consulta la Locandina evento del 19 maggio 2017

Le fortificazioni minori dell’isola sono tutte o quasi medicee o ritoccate dai Medici. Cosmopoli può essere considerata il primo esempio di città rinascimentale ideale, città di Cosimo, ma anche città ideale, del «cosmo» cioè dell’ordine e dell’armonia, dalla geometria perfetta dei suoi bastioni, costruiti su una natura irregolare in un disegno urbano funzionale. Il suggestivo itinerario che, da piazza della Signoria e Palazzo Vecchio a Firenze, articolato tra Firenze – Pisa – Livorno, arriva alla città di Cosimo, l’attuale Portoferraio, è documentato nella preziosa mostra permanente sulla fondazione di Cosmopoli.

A fronte della meravigliosa opera di restauro iniziata recentemente, si segnala che altri immobili, e la stessa pavimentazione in calcare rosa delle scalinate verso i bastioni,   attendono un’attenzione particolare, quale patrimonio dell’isola e per la memoria di un centro storico tutt’ora abitato.

È auspicabile che, grazie a questo Progetto corale che coinvolgerà le scuole ma anche le istituzioni culturali, le amministrazioni comunali, le associazioni proloco, in collaborazione con Italia Nostra Educazione e Formazione al Patrimonio, gli studenti sviluppino un profondo interesse per le matrici culturali del proprio territorio e per la sua valorizzazione, contribuendo così ad uno sviluppo sostenibile della nostra regione.

Il Progetto è particolarmente significativo anche in vista del 2019, V Centenario della nascita di Cosimo I de’ Medici (1519-1574), Primo Granduca di Toscana, che potrà avere un ruolo strategico in Toscana per la crescita sociale, culturale ed economica delle giovani generazioni.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra