Italia Nostra

Data: 1 Maggio 2021

#INheritageweek: BELLUNO – 6 i musei segnalati per le Settimane del Patrimonio Culturale di Italia Nostra

Museo della pietra e degli scalpellini di Castellavazzo, Longarone BL 

Il museo, dedicato all’attività di estrazione e lavorazione della pietra che ha rappresentato la fonte di ricchezza della zona sin dal XV secolo, espone immagini, testi esplicativi e reperti archeologico-industriali. Dell’attività di estrazione della pietra dalle cave di Castellavazzo vi sono testimonianze già a partire dal XV secolo, nel periodo di maggiore importanza (XVIII e il XIX secolo) la zona mineraria di Castellavazzo contava ben venti siti di estrazione che occupavano gli uomini del posto come cavatori e lavoratori del marmo.  Il Museo nasce dalla volontà dell’Associazione Pietra e Scalpellini di Castellavazzo che lo gestisce. Il 16 maggio 2021 sarà effettuata una visita guidata del Museo, a piccoli gruppi nel rispetto delle norme anticovid. A seguire, visita alla Bottega dello Scalpellino, al caratteristico borgo di Castellavazzo e all’antico fortilizio della Gardona, simbolo di Castellavazzo, recentemente restaurato. 

 

Museo di Palazzo Corte Metto, Auronzo di Cadore BL 

Questo museo multitematico, ospitato all’interno del Palazzo Corte Metto (ex Museo della flora, della fauna e della mineralogia), allestito per la prima volta nel 1951 e recentemente rinnovato e ampliato, ospita la storica sezione naturalistica, che espone tra le altre una ricostruzione di un dinosauro, una parte archeologica e una relativa all’attività estrattiva che si svolgeva nelle miniere delle Val d’Ansiei. Nelle sale un’ampia serie stratigrafica descrive la scala temporale degli eventi che hanno dato origine alle montagne dolomitiche e alle loro rocceMusei del bellunese che seguono sono spesso chiusi e non hanno personale qualificato. La sezione locale ha realizzato un video di presentazione dei cinque musei insieme agli studenti delle scuole. 

 

Museo del ferro e del chiodo, Val di Zoldo BL 

Il museo del ferro e del chiodo di Forno di Zoldo nel Comune di Val di Zoldo ripercorre, attraverso l’esposizione di reperti archeologico-industriali, documentazioni e illustrazioni, l’attività di lavorazione del ferro e, in particolare, la produzione dei chiodi che costituì fonte di ricchezza per il territorio zoldano a partire dal XVI secolo. 

 

Museo Etnografico degli Zattieri del Piave di Codissago – Longarone BL  

Il museosede anche del Centro Internazionale studi sulla zattera”, è un’esposizione tematica incentrata sull’attività degli zattieri, un mestiere che interessò il paese di Codissago fino ai primi anni del ‘900, grazie al commercio del legname proveniente dal Cadore e destinato a Venezia. 

 

Museo Agricolo “Zugni Tauro de Mezzan” di Feltre, Grum BL 

Ospitato nella proprietà della seicentesca villa della nobile famiglia de Mezzan, il piccolo ma ricco Museo è allestito con cura dai proprietari che hanno voluto farne un punto di raccolta e conservazione di numerosi reperti della tradizione contadina, dai carri, agli attrezzi utilizzati per l’allevamento del baco da seta, dalle botti agli strumenti per lavorare i campi. Il Museo agricolo aziendale propone una ricca collezione di oggetti e scatti fotografici che testimoniano lattività agricola della villa e dei suoi terreni dalla fine del Settecento alla metà del XX secolo, dalla Serenissima Repubblica di Venezia al secondo dopoguerra. 

 

Museo Interattivo delle Migrazioni – MIM, Belluno BL 

Il MiM è ospitato presso la sede dell’Associazione Bellunesi nel Mondo, da anni punto di riferimento per gli emigrati e gli immigrati del territorio. Proprio da questa esperienza si è partiti per dare vita al Museo che narra il viaggio dei Bellunesi, ma non solo, in terre lontane od il ritorno nella terra bellunese. L’allestimento è costituito da filmati, immagini e racconti dei protagonisti dell’emigrazione ed immigrazione di oggi e di ieri: i minatori in Belgio, i seggiolai, i falegnami, gli scalpellini fino ai giovani bellunesi che partono per trovare fortuna all’estero, oggi come un tempo. 

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra