Italia Nostra

Data: 26 Febbraio 2019

Italia Nostra Massa, si è svolto il primo incontro sui Balzi Rossi

Si è svolto a Palazzo Ducale, Sala della Resistenza, il primo incontro organizzato da Italia Nostra sull’interessante sito dei Balzi Rossi tenuta dal prof. Vincenzo Formicola già docente universitario presso l’Università di Pisa. Ha aperto i lavori il presidente di Italia Nostra Bruno Giampaoli portando i saluti al folto ed interessato pubblico e ricordando quanto sia importante conoscere gli aspetti fondanti delle nostre origini.
Il prof. Imo Furfori, coordinatore dell’incontro ha ricordato l’impegno del relatore sull’argomento trattato a partire dagli anni ’70 con studi sugli aspetti biometrici sugli abitanti della Lunigiana. Ha presentato poi il prof. Formicola la prof.ssa Angela Alderani. Il relatore ha subito messo in evidenza quanto sia importante il sito dei Balzi Rossi (anche conosciuto come sito Grimaldi) per rendersi conto dell’evoluzione dell’uomo a partire da duecento mila anni fa. In particolare possiamo rilevare da questo studio come intorno ai trentamila anni fa l’uomo anatomicamente moderno sostituisce definitivamente l’uomo neandertaliano.

Gli scavi effettuati nelle grotte dei Balzi Rossi sulla costa ligure, ed ai quali nel 2002 ha partecipato anche il prof. Formicola, illuminano questo momento cruciale. Il relatore, con l’ausilio di chiare ed esaustive immagini, ha illustrato le varie scoperte effettuate nelle grotte a partire dal XVIII secolo ed anche i danni dovuti ad escavazioni non proprio scientifiche. Ha smentito che queste popolazioni fossero troglodite, come venivano definite, ma che in realtà possedevano una loro cultura ed una attività artistica come dimostrano i monili ritrovati nelle sepolture e le incisioni delle varie grotte (Grotta del Caviglione, del Conte Costantini, dei Fanciulli, della Barma Grande e del Principe). Importanti soprattutto le quindici statuette ociondoli riproducenti soggetti femminili scoperte e trafficate da Louis Joulienne tra il 1883 e il 1895. Il prof. Formicola ha inoltre affermato che da un suo studio su due teschi ritrovati si possono rilevare caratteri tipicamente negroidi e da ciò una discendenza africana dei nostri antenati.  Al termine della conferenza molte sono state le domande poste dai presenti: dalle caratteristiche somatiche degli individui, al modo di vita, alla dieta, ai riti di sepoltura. Il prof. Formicola ha risposto con precisione e competenza aggiungendo anche aneddoti, storie e curiosità.

Il prof. Furfori ha ricordato che il prossimo incontro si terrà venerdì 08 Marzo alle ore 17.00 con la presentazione del libro di Lorenzo Marcuccetti, Il Popolo delle Montagne Splendenti.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy