Foto del giorno

Data: 26 Ottobre 2021

La riqualificazione del Campo di Marte, il recupero dello stadio Franchi e il segreto sugli 8 progetti selezionati dalla Commissione nominata dal Comune

La riqualificazione del Campo di Marte (o meglio di una minima parte dell’area), il recupero dello stadio Franchi e il segreto imposto sugli 8 progetti selezionati dalla Commissione nominata dal Comune…ma Giunta, Consiglio Comunale, media, cittadini e residenti del quartiere sanno o sapevano?

Da circa una settimana i media hanno veicolato la notizia che sono stati selezionati gli 8 “finalisti” per il “restyling” dello Stadio Franchi e la riqualificazione del Campo di Marte (!?) da realizzare con fondi pubblici. Sono gli stessi media che annunciano il segreto imposto sugli 8 finalisti, lasciando ai lettori la spiegazione su simile riserbo. Eppure andando a ritroso nel tempo e leggendo gli stessi media che mesi fa informavano sulla composizione della Commissione, non siamo riusciti a riscontrare una riga che si riferisse ad un bando pubblico di concorso che prevedesse il vincolo di riservatezza sui progetti selezionati….ed in effetti pochi lo potevano immaginare. Questo soprattutto quando si pensi che inevitabilmente 8 selezionati sapranno chi è stato prescelto e 23 esclusi chi è stato escluso (ci sia perdonato il bisticcio ma anche la sintassi va a farsi benedire quando la logica viene meno).

Lo stesso dovrebbe valere per la commissione di esperti (Andy Simons, Luigi Ludovici, Andrea Santini, Odile Decq, Giovanna Carnevali, Luigi Salvadori, Carla Cappiello, Eike Schmidt, Antonia Pasqua Recchia, Gabriele Gori e Gonzalo Byrne) che evidentemente deve aver sottoscritto un protocollo di riservatezza (anche se ci augureremmo il contrario) che, di fatto, limiterebbe (quantomeno temporaneamente) la trasparenza di atti che usufruiscono di danaro pubblico. Dunque, stando a quanto si legge sui media senza che questo lasci spazio a molti interrogativi, coloro che più o meno sanno chi ha vinto o perso sono i componenti dei 31 team progettuali (calcolabili in qualche centinaio di esperti/professionisti?), i componenti della Commissione (ed eventuali loro collaboratori). Probabilmente e a quanto si potrebbe evincere restano all’oscuro Consiglio Comunale e (forse) Giunta, media, i cittadini fiorentini e, soprattutto, residenti del Campo di Marte…senza che venga specificato fino a quando e senza che ciò abbia sollevato istanze o appelli a trasparenza e democrazia.

Con l’occasione, accanto alla questione della trasparenza già di per sé importantissima, Italia Nostra Firenze solleva nuovamente un’altra questione non di minore rilevanza e soprattutto di sostanza. A differenza della nostra proposta di concorso internazionale finalizzata essenzialmente al restauro e restyling dello Stadio Franchi, questo bando chiede anche soluzioni urbanistiche per la campana del Campo di Marte, cioè per un’area con importanti vincoli paesaggistici e storico-culturali. Un aspetto questo che, a nostro avviso, attiene agli atti di governo del territorio e quindi all’Amministrazione comunale attraverso i suoi organi esecutivi (la Giunta) e deliberativi (il Consiglio Comunale). Tutto questo infrange in modo palese ogni regola elementare di pianificazione pubblica e quanto previsto dalla Legge regionale del Governo del territorio. Ancora più grave che ciò avvenga in un momento in cui il Regolamento Urbanistico è decaduto da quasi un anno e mezzo e si sta procedendo non in regime di salvaguardia, come prescritto, ma di proroga. Ma forse questo è il vero intento del Sindaco e della sua Giunta visto che, in questo modo, e in attesa del nuovo Piano operativo, ancora in corso di redazione, può continuare ad avvalersi della famosa variante 13 alle NTA del Regolamento Urbanistico prorogato. La cosa più inconcepibile è che su tale variante, contro la quale Italia Nostra ha fatto opposizione, pende ancora un pronunciamento del Consiglio di Stato che si fa attendere da oltre un anno.

Firenze 21 ottobre 2021

Per approfondire: cliccare qui

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra