Italia Nostra

Data: 8 Giugno 2022

Mare sporco: convocate i Consigli Comunali! Inizia San Nicola Arcella

 
Le immagini che i social hanno contribuito a diffondere sulla gravità della situazione del mare soprattutto in questi giorni di giugno non possano lasciare indifferenti i sindaci della costa. Convochino i consigli comunali, discutano e prendano decisioni per migliorare la condizione del nostro mare. Se non lo fanno mostrano tutta la loro insipienza a difendere il bene prezioso che è rappresentato dal nostro mare e non c’è da meravigliarsi se poi vengono additati e sbeffeggiati. Purtroppo la situazione è estremamente seria.
Ha iniziato a discutere del mare e delle sue criticità il Comune di San Nicola Arcella nel consiglio comunale del 7 giugno 2022 in cui non è stata celata la drammaticità della situazione.
 
L’interlocutore scelto è la regione Calabria a cui si domanda quello che Italia Nostra sta chiedendo già dallo scorso anno: “fate tutti i controlli che volete sul territorio e sugli impianti di depurazione, ma esaminate subito quello che c’è in mare oggi perché un esame immediato di ciò che è in mare ci può consentire di sapere con precisione di cosa si tratta, da dove arrivano e chi le produce” queste le parole del Sindaco Madeo. Ci sarebbe da dire “benvenuto sindaco”, ma noi abbiamo seri dubbi che la Regione Calabria possa adoperarsi in tempi rapidi tramite l’Arpacal per fare ciò che le si chiede. Non invece i Sindaci che possono far analizzare in ogni momento le acque del mare quando si presentano tutte quelle situazioni inguardabili che abbiamo osservato in questi giorni. Comunque è grave e vergognoso, anche ai fini della salvaguardia della salute pubblica, che a distanza di settimane ancora non si sappia di cosa siano fatte e che i sia dentro tutte quelle chiazze che invadono la gran parte delle nostre spiagge anche quelle insignite di Bandiera Blu.
 
Il Sindaco ha riferito di aver suggerito alla Regione Calabria di deliberare nell’ immediato l’intervento dei “Pellicani del mare” che con le loro attrezzature sofisticate possono non solo raccogliere i rifiuti non facendoli giungere nelle acque di balneazione, ma sono in grado di esaminare ciò che raccolgono e da dove arrivano i rifiuti.
Il Consiglio ha deciso che nel caso in cui nel giro di qualche giorno la Regione Calabria non decida, chiederà ai sindaci di Praia a Mare, Tortora e Scalea di farsi carico, insieme al comune di San Nicola della spesa necessaria per attivare tale strumentazione per tenere sotto controllo il mare antistante questi comuni.
Il Consiglio ha anche deciso di dare mandato al sindaco di lanciare un appello per la costituzione di un Comitato permanente formato anche da Associazioni e rappresentanti di turisti.
 
Staremo a vedere i risultati, certo ci si è mossi in ritardo, bisognava farlo già da qualche anno. Ma almeno per la prima volta si è preso coscienza della gravità della situazione e della necessità di intervenire, ormai sono cadute tutte quelle giustificazioni che abbiamo sentito in questi anni. Forse è proprio questo il vero risultato positivo che riscontriamo.
 
Italia Nostra Sezione Alto Tirreno Cosentino
08 giugno 2022
 
 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra