Foto del giorno

Data: 3 Dicembre 2020

Parco Sirente Velino: in commissione regionale la proposta per tagliare ottomila ettari

Parco Sirente Velino: la proposta arriva in commissione regionale dopo esser stata licenziata dalla giunta. La delibera prevede il taglio di 8.000 ettari, quasi tutti nella Valle Subequana. Le associazioni ambientaliste, Wwf Abruzzo, Salviamo lorso, Orso and friends, Lipu Abruzzo, Dalla parte dell’orso, Altura Abruzzo, Pro Natura Abruzzo, Italia Nostra Abruzzo, Fare Verde Abruzzo, Mountain Wilderness e Comitato salviamo il parco Sirente Velino, forti di un consenso importante raggiunto con la petizione on line nella quale sono state circa 86000 le sottoscrizioni all’appello per la tutela, chiedono che la Regione faccia dietro front.

“L’area protetta – dichiarano le associazioni – ha subito molti attacchi anche dal punto di vista territoriale: nel 1998, 2000 e 2011 sono stati tagliati molti ettari, creando l’attuale perimetro poco funzionale alla continuità ambientale. Occorre un presidente di alto profilo culturale, espressione del mondo accademico, della ricerca scientifica, con conoscenza e competenza nel campo della conservazione della natura», aggiungono, «capace di rilanciare il Parco e dargli il giusto posto che merita tra le aree protette italiane, nonché un direttore serio e competente. Va inoltre approvato il piano del Parco, uno strumento fondamentale per intervenire nel territorio anche con azioni di promozione e incentivazione, fermo da 3 anni in Regione. L’attuale legislatura ha la possibilità di ribaltare la situazione e segnare un cambiamento: non perda l’occasione. Le aree interessate sono zone di protezione speciale e in parte siti d’interesse comunitario individuati dalla Regione, validati dal Ministero e istituiti dall’Unione Europea. Oggi questo grande patrimonio naturalistico, ma anche turistico, risulta seriamente minacciato per accontentare alcuni piccoli interessi locali. Approfittando del fatto che l’opinione pubblica è distolta dalla tragedia della pandemia, si tenta un colpo di mano che probabilmente potrà essere oggetto di richiesta di infrazione comunitaria allUnione Europea».

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra