Foto del giorno

Data: 12 Giugno 2020

Puglia: il “giallo” della scomparsa del portale web-gis del Demanio costiero e portuale regionale

Puglia: per chiarire i contorni del “giallo” della scomparsa del portale web-gis del Demanio costiero e portuale regionale, Italia Nostra Sud Salento ha predisposto una severa missiva contenente una diffida indirizzata agli enti preposti.

“Dalla lettura della Delibera di Giunta Regionale n. 905 del 29.5.2018 relativa alla ricognizione della fascia costiera di competenza regionale anche ai fini della proposta di revisione della linea dividente demaniale marittima – sottolinea Marcello Seclì, presidente della Sezione Sud Salento –  in attuazione dell’Art.7, comma 9-septiesdecies, della Legge 6 agosto 2015, n. 125, conversione in legge – con modificazioni – del Decreto-legge 19 giugno 2015 n.78, recante disposizioni urgenti in materia di enti territoriali, la scrivente Associazione ha appreso che il Servizio Demanio Costiero e Portuale della Regione Puglia, previo coinvolgimento dei 69 Comuni costieri (ai quali è stata chiesta la partecipazione e la collaborazione per la ricognizione della fascia costiera di rispettiva competenza territoriale e dei quali solo 17 Comuni costieri hanno presentato la propria proposta di revisione della dividente demaniale), ha elaborato quattro strati informativi a scala regionale (che sono stati pubblicati sul “Portale Web-gis del Servizio demanio costiero e portuale della Regione Puglia” e che fino ad un anno fa liberamente raggiungibile al link http://93.63.173.228/cms/pages/webgis.php) che contengono i dati territoriali relativi a:  assenza di dividente demaniale;  incertezza della dividente demaniale; ricostruzione del demanio necessario; opere di urbanizzazione del Comune quali strade, piazze, passeggiate o altre che comunque non siano riconducibili ai pubblici usi del mare (art. 35 Cod. Nav.)”

I primi tre strati informativi sono finalizzati alla formulazione della proposta relativa all’attivazione dei procedimenti di delimitazione di cui all’art. 32 del Codice della Navigazione, mentre il quarto strato informativo è finalizzato alla formulazione della proposta relativa ai procedimenti di sdemanializzazione di cui all’art. 35 del Codice della Navigazione. 

“Pertanto questa Associazione  – riprende Seclì – ritiene che le attività di ricognizione, di ripristino, di rideterminazione e di materializzazione dei vertici della linea dividente demaniale (che separa il terreno demaniale marittimo da quello di altre proprietà) sono attività necessarie, inderogabili e propedeutiche alla redazione ed alla approvazione di ogni “Piano comunale delle coste” in esecuzione della “ricognizione fisico-giuridica del Demanio marittimo” prevista dal vigente articolo 4 delle “Norme Tecniche di Attuazione e indirizzi generali per la redazione dei Piani comunali delle coste previsti dal Piano Regionale delle Coste” (BURP n. 31 del 29-02- 2012). 

Inoltre questa Associazione ritiene necessaria dare la massima divulgazione ai suddetti quattro strati informativi relativi alla linea dividente demaniale marittima, anche mediante pubblicazione nell’albo pretorio di ciascun Comune costiero, nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, consentendo così – a chiunque – di conoscere la proposta di nuova perimetrazione del pubblico demanio marittimo (che è il maggiore bene comune inalienalibile della popolazione italiana) e di consentire ai cittadini interessati ed alle Associazioni portatrici di interessi comuni di presentare osservazioni e proposte utili a migliorare tale nuova perimetrazione del demanio marittimo terrestre ai sensi dell’Art. 32 del Codice della Navigazione. Premesso quanto sopra – conclude Seclì nella missiva – la scrivente Associazione sollecita e diffida a provvedere al tempestivo ripristino del “Portale web-gis del Servizio Demanio Costiero e Portuale della Regione Puglia” che da circa un anno risulta irraggiungibile e non consultabile al link http://93.63.173.228/cms/pages/webgis.php e a provvedere all’acquisto ed alla pubblicazione anche dell’ortofoto ad alta risoluzione dell’estate 2019 per consentire l’esecuzione del mancato monitoraggio annuale”

 

IN-webgis demanio marittimo-12062020

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra