Italia Nostra

Tortora: questo è ciò che rimane dei tigli abbattuti. Il Sindaco si rechi dai Carabinieri.

9 Marzo 2021
Il Sindaco di Tortora in una dichiarazione resa a Radio Digiesse ha affermato che non è stato il Comune ad abbatterli, confermando nel contempo di aver chiesto alla Provincia il nulla osta per poter fare dei marciapiedi.
Certamente i Tigli non si sono volatilizzati per opera e virtù dello Spirito Santo. Evidentemente qualcuno interessato ha provveduto a toglierli di mezzo anche se non è usuale che soggetti diversi da quelli che hanno il controllo sulle aree pubbliche si arrischino a compiere operazioni illegali che hanno bisogno di tempo e mezzi. Ci attendiamo che nelle prossime ore il Sindaco di Tortora si rechi dai Carabinieri per presentare denuncia contro ignoti e nel contempo la Polizia Locale effettui i dovuti accertamenti. Chiediamo inoltre che il Sindaco di Tortora dichiari pubblicamente che i Tigli abbattuti verranno rimessi al loro posto anche come risposta a questo atto illegale di pura prepotenza e vandalismo contro l’ambiente.
La corretta tutela del Verde Pubblico per paesi come Tortora che hanno nel turismo la loro primaria risorsa è fondamentale . Per questo ci attendiamo una ferma condanna pubblica del Comune di tali gesti e la dovuta reazione con i fatti.
Italia Nostra – Sezione Alto Tirreno Cosentino

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy