Italia Nostra

Data: 10 Agosto 2020

Vandali ancora in azione sulla costa salentina. Dura denuncia di Italia Nostra

Vandali ancora in azione sulla costa salentina. Dopo le scritte che hanno fatto scempio del Molo di Adriano, ora è toccato alla chiesetta rupestre di Santo Stefano, in località Macurano, a Montesardo, frazione di Alessano, subire la stessa sorte. Ignoti hanno scritto con vernice spray sulla facciata dell’antico luogo di culto, rendendo l’azione un gesto vile e oltraggioso tanto da essere condannato anche dall’assessore regionale regionale all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone.

A far luce sui danni subiti dal monumento è una segnalazione dell’associazione Italia Nostra inviata alla Soprintendenza e al comando dei carabinieri, oltre che al sindaco di Alessano.

«Il prospetto d’ingresso e i due prospetti laterali esterni della medioevale chiesetta (ristrutturata esternamente nel cinquecento) – scrive il responsabile dell’associazione, Marcello Seclì – sono stati deturpati con delle scritte volgari e blasfeme effettuate con vernice spray di colore rosso e nero. Pertanto con la presente si chiede di accertare la consistenza del danneggiamento, identificare gli autori del deturpamento (le scritte sembrano indicare la grafia di due persone diverse) e denunciarli alla Procura della Repubblica, nonché di dare le opportune indicazioni ai proprietari della chiesa per rimozione delle scritte o della loro copertura».

IN-deturpamentoChiesaSantoStefanoMacuranoAlessano-08082020

 

https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/08/10/news/salento_i_vandali_imbrattano_la_chiesetta_rupestre_del_medioevo-264305571/

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra