Italia Nostra

Data: 14 Gennaio 2021

Viale della Rimembranza a Oreno: la parola ai cittadini

Oreno è un bellissimo borgo della Brianza. La popolazione si è sollevata contro un progetto di riqualificazione che ha suscitato molte perplessità con un’escalation di proteste culminata in flash-mob e sit-in. Entriamo nell’argomento con alcuni componenti del comitato spontaneo “Salviamo il Viale” che da due mesi sostengono la mobilitazione insieme a molti altri cittadini.
Potreste chiarire anzitutto di quale ambito territoriale stiamo parlando?
L’ambito è quello lombardo, nella provincia di Monza e Brianza. Oreno è una frazione del comune di Vimercate, il cui centro storico è assoggettato al vincolo paesaggistico dal 1965. Oltre a ciò, sono presenti altre testimonianze storico-architettoniche di grande pregio quali la Villa Gallarati Scotti e il suo parco, il Casino di Caccia della famiglia Borromeo, la villa Borromeo, Il convento di San Francesco, il cimitero Monumentale e le sue pertinenze nonché un interessante paesaggio agricolo, costituito da campi tuttora coltivati e da cascine dall’origine antica come la Cavallera.
Il Viale della Rimembranza è un luogo che per gli abitanti è particolarmente rappresentativo. Potete spiegarne il motivo?
E’ un viale che ha resistito per quasi un secolo, un luogo distintivo dell’abitato di Oreno, l’ingresso monumentale al suo nucleo storico. La sua porta di entrata ed uscita. Elemento di passaggio fortemente simbolico e storicamente consolidato nella percezione dei suoi abitanti anche se, dimenticato dagli enti che avrebbero tenuto alla sua tutela e manutenzione. Elemento del paesaggio. giunto fino a noi un po’ malconcio ma il fatto stesso che sia rimasto e non sia stato ancora modificato, nella sostanza ne ha sotteso la forte identità.
Entrando nello specifico del progetto, avete avuto contezza dell’avvenuto abbattimento delle alberature quando ormai era troppo tardi. Potete incidere invece in questa fase di apertura dialettica da parte delle istituzioni?

Purtroppo dobbiamo constatare la completa chiusura da parte delle istituzioni e dell’amministrazione pubblica. I lavori sono in fase esecutiva e non si stanno fermando. A nostro dire in questo progetto non sarebbe stata presa ed assunta in debito conto la possibilità di salvaguardare i materiali originali e il monumento che al momento non è protetto.

Cosa vi attendete dall’incontro con la consulta?
Dalla serata organizzata dalla consulta di quartiere ci aspettiamo che un numero sempre maggiore di cittadini si attivi con noi e che si accorga di quanto possa significare la perdita di questo luogo fortemente identitario e ricco di storia e che l’amministrazione pubblica di fronte alle nostre evidenze riconsideri il progetto.
Nel caso in cui non aveste risposte soddisfacenti, quali saranno le azioni che avete intenzione di intraprendere?
Procederemo con la divulgazione capillare, sui giornali e su qualsiasi mezzo di informazione del tema a noi caro. Amplieremo il consenso e inoltre valuteremo la possibilità di comunicare nelle sedi più opportune, gli eventuali errori procedurali.
Per ulteriori informazioni:
Per vedere il video relativo alla storia di Oreno e alla battaglia intentata dal comitato:

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra