News dal territorio

01-05-2012

Niscemi, manifestazioni contro il MUOS

Un comunicato della nostra sezione di Vittoria (CL).



Nei pressi della città di Niscemi, in provincia di Caltanisetta, è in fase avanzata l’installazione di una delle quattro stazioni del sistema di telecomunicazioni satellitari chiamato MUOS.

Con questo sistema la marina militare statunitense si propone l’obiettivo di ricevere comunicazioni da ogni parte del globo da parte di tutti gli utenti militari mobili.

La stazione comunica con i satelliti in orbita attraverso impianti di trasmissione ad altissima frequenza (banda Ka) e potenzia, nella fattispecie tre antenne radar con parabole di 18,4 metri di diametro, che emetteranno costantemente dei fasci elettromagnetici per comunicare con i satelliti in orbita,

Uno studio del Politecnico di Torino ha messo in evidenza che queste stazioni costituiscono un rischio di inquinamento elettromagnetico del territorio in cui sono ubicate per un vastissimo raggio. Nel nostro caso sono quindici i comuni, più o meno grandi, che verrebbero interessati da questo fenomeno negativo.

Questo territorio conta già 41 antenne a media e bassa frequenza, che fanno capo sempre alla Marina militare statunitense per le comunicazioni sottomarine.

Inoltre, sempre secondo gli studi del Politecnico di Torino, emergono evidenti problematiche legate alla funzionalità e alla sicurezza dell’aeroporto di Comiso, che ricade in questa zona, per gli effetti di disturbo alle comunicazioni radar.

Ultimo, ma certo di non secondaria importanza, si denuncia il fatto che la stazione è ubicata all’interno della riserva naturale orientata “Sughereta di Niscemi” definita sito “sic” di importanza comunitaria insieme al limitrofo bosco di Santo Pietro (Caltagirone).

Purtroppo la Regione siciliana si è, a suo tempo, espressa per l’approvazione del progetto, nonostante la diversa volontà del comune di Niscemi.

Per cercare di fermare ulteriori lavori, si sono costituiti comitati di cittadini; molte associazioni, e quindi anche Italia Nostra, collaborano tra loro al fine di raccogliere firme.

E’ prevista l’organizzazione di un convegno con la partecipazione di esperti in materia per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Il Sindaco di Vittoria è in prima linea insieme ai Sindaci degli altri comuni interessati; ha stabilito di non celebrare il 1° Maggio con manifestazioni locali, ma di recarsi a Niscemi con una nutrita rappresentanza, per unirsi alle manifestazioni che si tengono in quella città contro il MUOS.

Temiamo fortemente che la salute dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente vengano posposti a “ragioni di Stato”.

La Presidente della sezione

Laura Cannizzaro Giudice

Vittoria, 1 maggio 2012

News precedenti

Italia Nostra Onlus