News dal territorio

21-02-2020

NOTA DEL PRESIDENTE DELLA SEZIONE  VALDINIEVOLE  ITALO MARIOTTI

IMPEGNI ASSUNTI NELL’ INCONTRO TRA LE AMM.COM.LI di MONSUMMANO T. PONTE BUGGIANESE– PROVINCIA DI PISTOIA CONSORZIO BONIFICA N.4 BASSOVALDARNO, ITALIA NOSTRA SEZ.VALDINIEVOLE , ASSOC. FIAB VALDINIEVOLE IN MERITO ALLA REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO CICLOPEDONALE LUNGO GLI “ARGINI” DEL PADULE DI FUCECCHIO

 

In data 12 Febbraio 2020, presso il Palazzo comunale di Mosummano T., si è svolto l’incontro tra le Amministrazioni Com.li di Monsummano T.me e Ponte Buggianese (presenti rispettivamente il Sindaco De Caro e il Sindaco Tesi insieme al consigliere delegato in materia), la Provincia di PT (presenti due funzionari del settore)– il Consorzio di Bonifica n.4 (presenti il Presidente Ventavoli, dall’ing. Battaglini e da un funzionario tecnico), l’Assoc. FIAB Valdinievole (presente il Presidente Mazzei) e ItaliaNostra sez. Valdinievole (presenti il Presidente Mariotti e tre consiglieri del direttivo -Balcarini Beneforti e Morini-). L’assessore regionale Fratoni, invitata, ha giustificato l’assenza per impegni inderogabili. L’incontro era in ideale prosecuzione con quanto avvenuto lo scorso 15 Nov. 2019, con la presenza stavolta del l’Amm.ne Com.le di Ponte Buggianese e della Provincia di Pistoia. ** -Il Sindaco De Caro introduce la riunione affermando che c’è da parte dell’Amm.ne Comunale di Monsummano T. un serio interesse per la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale nel Padule di Fucecchio, visto che si è verificato in passato e ora riconfermato un consenso generale alla realizzazione dell’opera ai margini del Padule. Questa scelta si colloca anche in una logica di rilancio turistico di quell’area intesa come tracciato di una delle varianti della via Francigena. Quindi si tratta di individuare l’organo competente a cui fare riferimento per competenze e avere così risposte alle problematiche presenti per verificare possibili soluzioni e ricercare poi fonti di finanziamento, per dare completezza all’opera. Il Sindaco Tesi di Ponte Buggianese individua nella Regione l’Ente che ha potestà decisionale in materia e pertanto è la Regione l’interfaccia di riferimento. Tra l’altro, sostiene il sindaco: solo coinvolgendo la Regione sarà possibile affrontare in modo compiuto il problema dei cartelli apposti dal Genio Civile di divieto di accesso, anche per i pedoni su un argine della Pescia. Si associa a quanto affermato da Tesi, il presidente del Consorzio del Padule Ventavoli, considerando questo aspetto condicio sine qua non in rif. all’oggetto dell’incontro. L’ing. Battaglini (Consorzio) suggerisce, per muoversi in “sicurezza”, di ricominciare con una nuova progettazione sulla base di una più recente normativa che sarebbe stata emessa (non è stato indicato di quale nuova normativa si tratti). Mazzei per la FIAB sostiene l’assoluta inutilità di procedere ad una nuova progettazione se non vengono affrontati prioritariamente questi due problemi: l’acquisizione del diritto di apporre le passerelle ed il diritto di passeggiare sugli argini. Cita in proposito precise disposizioni di legge che, a suo parere, consentono facilmente di superare queste problematiche. Solo dopo aver risolto questi problemi avrebbe senso proseguire per la realizzazione del progetto. Intervengono infine i rappresentanti di Italia Nostra, Balcarini e Beneforti, nel riconoscere la necessità di andare oltre: 1)definire un comune-capofila del “tavolo”; 2)quest’ultimo dovrebbe richiedere un incontro con l’Ente di riferimento, La Regione, come organo di indirizzo (assessore) e con i suoi uffici preposti alla materia. Visto che il Sindaco Tesi si è dovuto assentare, De Caro si impegna a definire insieme al collega chi rappresenterà e coordinerà le attività del “Tavolo” per portare a un buon fine il progetto. Il presidente di Italia Nostra auspica che l’incontro con l’Ente Regione avvenga con sollecitudine, visti i tempi ristretti per la scadenza di “mandato”dei suoi rappresentanti .

Italia Nostra Onlus