News dal territorio

24-05-2020

Opere …………. pellegrine: il “Caravaggio” di Siracusa

Dopo “Antonello”, ora tocca a “Caravaggio”. La Sezione di Italia Nostra si dichiara contraria alla trasferta del “Seppellimento di S. Lucia“.

Nel  condividere e sostenere la posizione espressa da uno storico dell’Arte del calibro del prof. Paolo Giansiracusa, la Sezione di Italia Nostra non fa che seguire la linea nazionale dell’Associazione in ordine ai “viaggi delle opere d’Arte” ribadendo che: “Non sono le opere d’Arte che devono viaggiare, ma le persone“.

Nel frangente che ha travolto anche i comparti dell’economia legati alla Cultura, il Ministro Franceschini  esorta gli Italiani a visitare l’Italia per conoscerla meglio ed amarla di più, e anche per dare un contributo alla ripresa del turismo dopo la batosta subita a causa della prolungata chiusura per la pandemia.

I viaggiatori che scelgono Siracusa lo fanno anche per vedere il “Caravaggio”.
Lo sa bene il Sindaco Italia che, infatti, si schiera contro la trasferta.
In completa dissonanza con appelli ministeriali, convenienze cittadine e ragioni tecniche che si fa? Si organizza la trasferta di un’opera che costituisce una delle nostre maggiori attrattive.

Vi è da rimanere senza parole!

Le ragioni tecniche  rappresentate dal prof. Giansiracusa ci dicono che opere tanto fragili ed identitarie come il nostro “Caravaggio” non possono e non devono andare di qua e di là;  nessuna contropartita può  compensare  eventuali danni nonché  la sottrazione a Siracusa, seppure temporanea, di uno dei suoi grandi attrattori culturali.

Per cui, Italia Nostra si appella alla Soprintendenza ed  alle altre Autorità di competenza affinché si adoperino per evitare il trasferimento  dell’Opera e, contestualmente, auspica che ne siano migliorate le condizioni di fruizione.

Siracusa 24/05/2020

La Presidente
Liliana Gissara

Italia Nostra Onlus