News dal territorio

14-05-2010

Badia Rofeno: crolla il campanile

Proviamo una profonda tristezza nell’apprendere che ieri sera è crollato il Campanile millenario di Badia a Rofeno nel comune di Asciano. Un profilo delle crete senesi è stato cancellato dall’instabilità del terreno ma anche dall’incuria degli uomini. Italia Nostra si era attivata dai primi di aprile per denunciare la gravità della situazione, prima in Soprintendenza, poi presso il Nucleo di Tutela Ambientale dei Carabinieri di Firenze.
In Soprintendenza ci fu risposto che la situazione era sotto controllo, che la proprietà aveva  predisposto un piano preciso con la consulenza di ingegneri e di tecnici, e che la torre non sarebbe, comunque, mai crollata ; oltre che a noi, questa risposta fu data anche ad altri, come denuncia la lettera pubblicata ieri sul Corriere di Siena. I carabinieri del Nucleo di Tutela dissero invece che si sarebbero prontamente attivati.
Contattati oggi telefonicamente, mentre erano ancora presenti sul luogo, hanno affermato che il crollo era avvenuto ieri sera, circa mezz’ora dopo un loro sopraluogo, a causa della grande quantità di pioggia  caduta in questi giorni ; che il campanile era già inclinato quando il proprietario aveva comprato la Badia, che  lo stesso proprietario (un signore di Milano) aveva  effettuato un buon restauro del corpo principale della fabbrica; che la collina era instabile, ma non era interamente proprietà del signore di Milano, il quale dunque non  era potuto intervenire sul terreno di altri; che, per ragioni di sicurezza, negli ultimi tempi non sarebbe stato possibile far avvicinare al campanile nessun operaio o tecnico.
Certo, sappiamo che adesso il campanile era fortemente inclinato; ma il grosso distacco è avvenuto il 6 gennaio: non si poteva intervenire PRIMA?

Certo, sappiamo che le crete sono geologicamente instabili: ma non possiamo accettare che non si sia intervenuti sul terreno, perché  di altra  proprietà!  Il campanile millenario era un bene di tutti , non si doveva fare una questione di proprietà!
E inoltre: abbiamo ricevuto la foto di un garage scavato nel fianco della collina sottostante la Badia, ma se questa collina era  tanto instabile, chi e perché ha  permesso di  scavarvi un garage?

Italia Nostra sezione di Siena
La presidente Lucilla Tozzi

Italia Nostra Onlus