Nazionale

07-12-2011

Italia Nostra chiede la nomina di un nuovo Segretario Generale del MIBAC

Italia Nostra ha inviato oggi una lettera al Presidente del Consiglio Mario Monti ed al Ministro Lorenzo Ornaghi.

Ecco il testo della lettera:

Italia Nostra esprime apprezzamento per l’intervento del MiBAC a favore di una sospensione degli invasivi sondaggi sull’affresco del Vasari in Palazzo Vecchio a Firenze.

Ci auguriamo che questo rappresenti l’inizio di una nuova fase per un Ministero che, come segnaliamo da tempo, ha profonde necessità di rinnovamento e di rilancio.

E’ quindi urgente che nel massimo ruolo tecnico del Ministero, il segretariato generale, sia chiamato chi abbia le capacità per imprimere un decisivo cambio di passo, quando non un’inversione di rotta.

Lo stato di inerzia che connota un’operazione così importante per la tutela del nostro paesaggio come la co-pianificazione paesaggistica non può essere protratto oltre, se non si vogliono abbandonare intere aree del nostro territorio al degrado.

Stesso livello di urgenza presenta la situazione della gestione amministrativa delle nostre Soprintendenze, a partire da quelle di Roma e Pompei – dove l’azione dei commissari, oltre ad altri gravi effetti negativi e sprechi di risorse, ha di fatto prodotto una smagliatura della struttura ministeriale – e soprattutto dell’Abruzzo dove la tutela del patrimonio culturale è stata loro sottratta da un commissario.

Nella grave crisi economica che affligge il nostro paese, una delle poche possibilità che si presentano per cercare di rilanciare il sistema delle tutele è quella di attivare, coordinandole, altre fonti, altre risorse, dagli enti locali alle fondazioni, al mondo delle Associazioni e ai privati: defiscalizzazione, un sistema di regole univoche e trasparenti e di monitoraggi costanti sono gli strumenti, troppo a lungo promessi e mai elaborati con le conseguenze che le opacità del caso Colosseo, ad esempio, hanno sottolineato.

Gravissimi, infine, sono i ritardi di un ambito di intervento, quello dell’archeologia preventiva, che vede il nostro ricchissimo patrimonio ancora privo, ultimo ormai in Europa, di una regolamentazione chiara ed efficace.

E ancora l’ambigua partita del federalismo demaniale, abbandonata anch’essa per troppo tempo

all’estemporaneità di un’azione amministrativa priva di una chiara visione complessiva.

E infine, in linea con le aspettative di palingenesi che questo Governo ha suscitato, ci auguriamo che, prima caratteristica imprescindibile di una figura di questo tipo, sia finalmente il possesso di un curriculum, oltre che di comprovate competenze, di specchiata trasparenza e quindi al di sopra di ogni sospetto.

Leggi l’articolo di F. Erbani (da “La Repubblica del 8.12.2011)

__________________________________________________________________________________

Roberto Cecchi sottosegretario ai Beni culturali, i dubbi di Italia Nostra

Dall’articolo di Tomaso Montanari pubblicato oggi su “il Fatto Quotidiano”.

“Come commissario straordinario dell’area archeologica di Roma, Cecchi è stato accusato da Italia Nostra di «riprovevole carenza di trasparenza amministrativa»: una carenza che ha raggiunto l’apice nella svendita del Colosseo alla Tod’s di Diego Della Valle, caso macroscopico di ‘privatizzazione’ di un monumento simbolo dell’identità nazionale, per giunta con utile pubblico incomparabilmente inferiore al valore di mercato (e non a caso la gratitudine di Montezemolo è arrivata al momento giusto). Italia Nostra ha anche fatto notare che l’architetto Cecchi ha concentrato ingenti risorse economiche sulla verifica del (lì modestissimo) rischio sisimico (il cui studio gestisce direttamente) a scapito dei problemi (questi invece serissimi) di dissesto idrogeologico che mettono a rischio tutta l’area del Palatino, e per i quali il commissario non ha fatto niente”. (leggi tutto l’articolo da “Il Fatto Quotidiano” del 1.12.2011)

____________________________________________________

Alcuni recenti interventi di Italia Nostra

La fine dei commissari e l’inizio di una gestione “normale” (del 1.6.2011)

Il naufragio dell’archeologia romana (24.10.2011)

Roma sott’acqua (24.10.2011)

__________________________________________________________

Italia Nostra sul  progetto di ristrutturazione della Galleria degli Uffizi

Un articolo di Alessandra Mottola Molfino del 2008

“I Nuovi Uffizi vogliono diventare un autogrill ??”

Un documento di Italia Nostra del 2008

Italia Nostra per i “Nuovi Uffizi”

_____________________________________

Leggi anche

Galan al giro di boa dei cento giorni.     17 giugno 2011

Commenti

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Italia Nostra Onlus