News dal territorio

11-05-2012

Salerno, iniziativa di autofinanziamento per presentare ricorso contro il Crescent

Ferma il Mostro! Compra una buona azione, compra un Bop”: la campagna sociale organizzata, per tutto il mese di aprile, dal gruppo facebook “Figli delle Chiancarelle” è riuscita nel suo intento: raccogliere i fondi per permettere ad Italia Nostra di presentare il ricorso al Consiglio di Stato contro la realizzazione del condominio Crescent sulla spiaggia di Santa Teresa a Salerno.

Grazie alle spontanee donazioni dei cittadini, che hanno ricevuto in ricordo uno dei 100 Bop (Buono Ordinario Pullanghelle) emessi dal Banco delle Chiancarelle, sono stati raccolti 1300 euro. Il momento clou della campagna si è avuto durante la Pasqua delle Chiancarelle, quando numerosi salernitani si sono recati al Bar No Stress per “sottoscrivere” i BOP.

Il Bop vale come un azione di grande valore civico per salvare Salerno ed il paesaggio costiero dall’ EcoMostro, ovvero il Crescent, il plesso residenziale alto 30 metri e lungo quanto tre campi di calcio, che si sta realizzando a danno della storica spiaggia cittadina, ridotta oggi a meno della metà. A seguito dei lavori sono stati cementati 5.800 mq di spiaggia e addirittura 3.900 mq di mare. In totale si è perso un ettaro di natura a scapito del cemento e della speculazione

A fronte di una donazione spontanea, i cittadini hanno ricevuto un Bop a testimonianza del gesto di grande sensibilità civica a tutela del proprio territorio. I “value certificate” erano a tiratura limitata, numerati e filigranati con l’immagine del Lungomare. Il Bop numero 100 è stato aggiudicato all’asta attraverso Ebay.

La sezione di Salerno

Italia Nostra Onlus