Italia Nostra

Data: 30 Ottobre 2014

La sezione Italia Nostra di Giulianova ha visitato Fermo

Quindici associati della sezione Italia Nostra di Giulianova, tra cui alcuni provenienti da Chieti, recentemente hanno fatto visita alla città di Fermo. Capeggiati dal presidente Archimede Melchiorre, guidati da Sirio Maria Pomante, laureato presso la locale Scuola di specializzazione in beni storico-artistici dell’Università di Macerata, e grazie alla collaborazione della sezione fermana di Italia Nostra con il Presidente Elvezio Serena e alcuni suoi collaboratori (Paolo Sbattella, Fabrizio Concetti e Vittorio Calcinaro), il gruppo ha potuto apprezzare le valenze culturali, architettoniche e paesaggistiche della città. La visita è iniziata dal Girfalco e dal Duomo, per poi proseguire nella stupenda piazza del Popolo con il loggiato di San Rocco e i portici, i palazzi Apostolico, degli Studi e dei Priori.

Non potevano mancare, nell’itinerario, le Grandi Cisterne Romane e il teatro comunale dell’Aquila. Nel pomeriggio la visita è proseguita con una passeggiata in centro storico, per ammirare palazzi prestigiosi (tra cui Azzolino, Vitali-Rosati e Sassatelli) fino agli stupendi portali delle chiese di San Zenone e San Pietro. Nella sede di Italia Nostra di palazzo Paccaroni il presidente Serena ha donato agli ospiti due pubblicazioni, una sulla “Fermo nascosta e segreta”, l’altra una guida storico-artistica della città. Poi la visita è proseguita alla Mostra “La mente mia s’invola: Fortunato Duranti, Artista visionario tra le Marche e Roma”, la cui Segreteria organizzativa si è avvalsa della collaborazione del giuliese Sirio Maria Pomante. Tappa, ovviamente, alla suggestiva “Sala del Mappamondo” e alla ricca Pinacoteca civica, dove però mancavano alcuni dipinti, prestati alla mostra “da Giotto a Gentile” a Fabriano e alla stessa mostra di Duranti del piano inferiore. Peccato, perché con poche decine di euro si sarebbe potuto riprodurre le opere mancanti, in modo da non dare discontinuità al percorso museale.

Gli abruzzesi hanno gradito molto la visita, e sono rimasti incantati dai tesori artistici e dalle ricchezze architettoniche, in particolare per la presenza di numerosi palazzi storici. Fabrizio Concetti ha colto l’occasione per parlare della “Cavalcata dell’Assunta” e della Fermana, storica rivale del Giulianova, allenata dal giuliese Ivo Iaconi, che ha traghettato la squadra in serie B. All’inizio dell’anno aveva fatto visita alla città la sezione Italia Nostra di Ancona, mentre nei prossimi mesi anche la sezione dei Castelli Romani ha intenzione raggiungere il colle Sabulo, segno che Fermo attrae sempre di più.       Ciò è dovuto anche al Convegno nazionale (a cui ha partecipato l’allora Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Massimo Bray) e al Congresso nazionale dei soci di Italia Nostra che si sono svolti a Fermo nell’ottobre 2013, a cui l’Associazione ha dedicato un numero speciale del Bollettino nazionale con articoli e foto dell’evento.

Ricordiamo che Italia Nostra è la più antica associazione ambientalista italiana, fondata nel 1955. A livello locale è presente dal 1996, e continua a impegnarsi nell’accoglienza e nella promozione turistica, con benefici piccoli ma significativi anche per l’economia della Marca Fermana.

Elvezio Serena

presidente Italia Nostra – sezione provinciale “V. Vallerani” del Fermano

ScreenHunter_05 Nov. 04 13.12

 

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra