Foto del giorno

Data: 16 Giugno 2022

Teatro Dialettale “Se ne vanne l’accque”. Conclusione del progetto di Italia Nostra Città Sant’Angelo

La sezione Italia Nostra di Città Sant’Angelo chiude il 7 giugno 2022 il lungo percorso fatto con le Scuole del Territorio, progetto “Diffusione e conoscenza del nostro dialetto”, con una rappresentazione Teatrale. 

La drammatizzazione di un quadro paesano “Se ne vanne l’accque” ( se ne va l’acqua ), è la logica conseguenza di un laboratorio sul vernacolo Angolano, usi costumi e tradizioni della nostra gente, rigorosamente rappresentata dagli studenti stessi.

La nostra grande vittoria oggi, non è però rappresentata dallo spettacolo teatrale andato in scena….. né dagli scroscianti applausi da parte del nutrito pubblico intervenuto…. né dal progetto andato a buon fine oltre ogni aspettativa, la nostra vera vittoria oggi è data “dal suono” delle parole uscite dalla bocca dei nostri ragazzi appena tredicenni.

Loro non parlavano in dialetto, eppure hanno recitato in perfetta lingua vernacolare.

Loro non conoscevano il dialetto, eppure hanno impersonato figure del popolo anni ’50, che nello specifico di questa pièce, lamentavano col sindaco la prolungata mancanza dell’acqua in paese, evidenziando le mille difficoltà igienico – sanitarie, l’impossibilità di condurre una vita dignitosa, esaltando la preziosità dell’acqua per la salute di tutta la comunità. Il banditore, umile popolano analfabeta, avvisa il popolo urlando per le vie del paese “se ne vanne l’accqueeeee” …..e le donne insorgono. Il sindaco, invocato a gran voce, non può esimersi dal salire sul palchetto della piazza e giustificare… rabbonire… promettere… garantire il suo impegno affinchè si risolva il grave problema nel giro di qualche giorno.

L’espressione dei volti dei nostri giovani attori e attrici, la leggerezza spontanea dei e nei movimenti, i toni decisi ed armoniosi, la passione nel calarsi nei personaggi… ci hanno fatto capire oggi che la meta che ci eravamo prefissi è stata orgogliosamente raggiunta: la scoperta della bellezza e della versatilità del dialetto, la profondià e la forza dell’espressione dialettale, l’importanza di parlare e divulgare il dialetto…. hanno raggiunto i cuori dei nostri ragazzi!

L’impegno della sezione Italia Nostra CSA a portare avanti questo progetto, si rinnova.

Alla Scuola diciamo grazie per averci spalancato le porte e fatto del nostro progetto “tesoro”, inserendolo nel percorso educativo di Educazione Civica. La Scuola sarà dunque garante della continuità, al fine riportare equilibrio etico e valoriale in questo momento storico pericolosamente privo di identità.

Al socio Gino, autore e regista di quest’opera meravigliosamente incastonata nel progetto Italia Nostra CSA ‘2022, va la nostra profonda gratitudine.

Alla socia Giovanna va il nostro immenso e caloroso grazie per aver letteralmente fatto dono ai nostri ragazzi di un vero canto d’amore dedicato alla nostra Piccola Patria: l’Inno di Città Sant’Angelo, scritto da Giovanna Oronzo – musiche del Maestro Prof. Antonio Piovano.

Al socio Marcello, unico vero autore di un sogno chiamato “appartenenza”, dedichiamo questo atto finale del meraviglioso percorso che ci ha visti per almeno due anni lavorare per la pubblicazione del suo D.E.A. (dizionario etimologico angolano), sognare per la realizzazione di questo progetto, sperare nel buon esito e soprattutto puntare a fare breccia nei cuori dei ragazzi. A lui che oggi ci guarda da lassù… diciamo GRAZIE Marcello…. per averci aiutato, spronato, supportato e permesso di intraprendere la strada che porta alla riscoperta della nostra identità.

La Presidente della Sezione di Città Sant’Angelo, Gabriella Valentini

VAI ALLA NEWS PRECEDENTE

Italia Nostra Città Sant’Angelo: Progetto didattico 2022 “Diffusione e conoscenza del nostro dialetto”

Alcune immagini dell’evento:

L’ Inno di Città Sant’Angelo chiude lo spettacolo

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra