Italia Nostra

Data: 26 Novembre 2018

Bonificare il Torrente Bonangelo nel comune di Orsomarso dai rifiuti che lo inquinano

Presso l’alveo e lungo le sponde del Torrente Bonangelo in comune di Orsomarso,  in località Prestieri,  ci è stata segnalata e poi da noi  verificata  una  diffusa presenza  di rifiuti di vario genere gettati nell’alveo del torrente dalla strada che lo costeggia da soggetti assolutamente incivili , non rispettosi dell’ambiente , il cui comportamento , assolutamente riprovevole,  é da condannare in modo categorico.

Ciò che si è rinvenuto  nell’area interessata riguarda i seguenti materiali: rifiuti urbani non differenziati, plastica, vetro,  lastre frantumate di  eternit con possibile presenza di amianto, carcasse di auto, buste nere chiuse, copertoni, materiali da costruzione, ecc.

Si evidenzia  che il sito in questione è sulla linea di confine con il Parco Nazionale del Pollino e che il Torrente  Bonangelo  fa confluire le proprie acque nel fiume Lao, il cui corso, come noto, è area SIC ora Zona Speciale di Conservazione (ZSC). E’ di tutta evidenza che i rifiuti segnalati potrebbero essere trasportati dalle acque del Torrente nel Fiume Lao e da questo in mare con le immaginabili conseguenze di inquinamento marino.

Si segnala inoltre che l’area in questione è ricca di vegetazione spontanea  con numerose piante di alto fusto e macchia mediterranea, quindi costituisce una zona verde da tutelare e conservare nella sua integrità naturalistica e non può essere in nessun caso contaminata da rifiuti e addirittura  utilizzata come discarica.

Per queste ragioni Italia Nostra ha presentato un esposto ai Carabinieri Forestali,  all’Arpacal Dipartimento Provinciale di Cosenza, Servizio Suolo e Rifiuti, all’ASL di Cosenza ed al Comune di Orsomarso  chiedendo  innanzitutto che venga effettuata  nel più breve tempo possibile un sopralluogo sul posto per verificare la natura e quantità di rifiuti disseminati  e per  procedere quindi alla  rimozione ed allo smaltimento degli stessi ,  a cominciare dalla rimozione  delle lastre di eternit  frantumate che potrebbero contenere e  rilasciare eventuali fibre di amianto, e all’eventuale campionamento  della matrice suolo  per verificare se le concentrazione de i parametri  siano nella norma.

Italia Nostra ha chiesto inoltre alle autorità preposte  di intensificare la vigilanza in luoghi siffatti che essendo appartati, ma serviti da strade, vengono utilizzati come discariche con tutte le possibili  conseguenze negative   per l’ambiente , per  le acque del Fiume Lao , del mare  e per  le persone.

Italia Nostra – Sezione Alto Tirreno Cosentino

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra