Italia Nostra

Data: 26 Aprile 2018

I 179 grandi platani di Praia a Mare: un intervento di drastica potatura che andava assolutamente evitato

Solo dopo l’intervento della Prefettura di Cosenza, nella persona del referente per la trasparenza e per la prevenzione  della corruzione , finalmente il Comune di Praia a Mare ha dovuto trasmetterci, ammettendo il ritardo, l’ormai famoso VERBALE DEL 9 GENNAIO 2018 DI ACCERTAMENTO DELL’ INTERVENTO DI POTATURA sui platani di Praia a Mare redatto da un Ispettore Fitosanitario della Regione Calabria e dai Carabinieri Forestali di Scalea su segnalazione di Italia Nostra più volte sollecitata in tal senso da cittadini per i drastici ed in quanto tali ingiustificati e per noi dannosi interventi sui platani il cui valore naturalistico ed ambientale  non è assolutamente preso in considerazione e rispettato.

Riportiamo qui di seguito la parte più significativa e  che più interessa del VERBALE:

Verificato che ad oggi  (9 gennaio) sono state potate in modo drastico (come  Italia Nostra aveva segnalato) circa 50 piante su un totale di 178, si consiglia di proseguire la potatura dei rimanenti alberi con interventi più leggeri, di contenimento e messa in sicurezza delle chiome, evitando tagli orizzontali “ come si stava facendo.

Inoltre si consiglia di disinfettare le superfici di taglio con soluzioni anticrittogamiche….; nel caso di tagli di rami  di diametro superiore a 10 cm. si consiglia di applicare sulla superficie di taglio mastice protettivo ad azione fungicida e cicatrizzante….; naturalmente  gli attrezzi da lavoro vanno sempre disinfettati……. Nel passaggio da un albero all’altro “.

“ Si consigliano interventi di potatura  più ravvicinati sfoltendo le chiome, eliminando il 40/50 % dei ricacci più grossi, lasciando integri quelli più piccoli, che saranno  tolti gli anni successivi, evitando di capitozzare le piante “.

 

Questi i consigli impartiti al Comune di Praia a Mare di chi ne aveva la competenza e l’autorità. Il risultato è sotto gli occhi di tutti : altro che potatura di contenimento, altro che interventi leggeri, altro che protezione delle superficie di taglio, altro che messa in sicurezza delle chiome!!!

I platani  di Praia a Mare sono stati  pressoché tutti privati  della chioma con tagli indiscriminati,  essi non hanno più forma e dimensione secondo la naturale tendenza delle piante. I numerosissimi tagli inferti alle piante tra cui  quelli  che superano i 10 cm di diametro    rappresentano facili vie di penetrazione da parte di crittogame producenti carie del legno ma anche di  altre malattie o di infestazioni di insetti.

I platani di Praia a Mare costituiscono un bene comune dei cittadini, non sono proprietà di altri che ne possano disporre a proprio piacimento. Essi fanno parte integrante dei paesaggio che connota la cittadina di Praia a Mare. Allora perché non si sono seguiti i consigli contenuti nel Verbale di Accertamento? Perché i Platani sono stati pressoché  “rasati a zero” a tal punto che con i loro rami si è riempita   l’intera area appartenente al comune  di fronte la Marlane? Che fine farà tale ammasso legnoso, andrà forse ad alimentare qualche centrale elettrica  a biomassa?

Italia Nostra esprime tutto il proprio disappunto e contrarietà  per un sistema di   potatura di tipo drastico , dannoso   e   del tutto inutile, i cui  effetti  saranno:
– creazione  di numerosi rami che in breve tempo  riportano l’albero alle sue dimensioni iniziali;
– formazione di rami che con il tempo  diventeranno pericolosi in quanto attaccati all’albero in

modo precario e formati da legno debole;
– aumento dell’azione di patogeni, come funghi, che nei grossi tagli trovano facile via di

penetrazione , come  dicevamo, provocando alle piante ulteriori carie già presenti in

abbondanza;
– perdita di fondamentali  radici che non possono essere alimentate , cui farà seguito  una

diminuzione della stabilità della pianta ;
– completa  privazione del valore estetico dell’albero .
In conclusione  interventi di questo tipo non solo sono dannosi per gli alberi, ma anche inutili sprechi di denaro.

 

IItalia Nostra – Sezione Alto Tirreno Cosentino

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra