Italia Nostra

Data: 19 Febbraio 2016

Impianto di “depurazione” di San Sago Tortora: revocare l’Autorizzazione Integrata Ambientale

Nel 1992 il Comune di Tortora (CS) ha rilasciato un’autorizzazione per un impianto privato per il trattamento dei rifiuti liquidi speciali non pericolosi. Tale impianto è stato realizzato sulla sponda calabrese del fiume Noce, che divide la Calabria dalla Basilicata, in contrada San Sago. Le acque provenienti dall’impianto di trattamento dei rifiuti liquidi sono state convogliate nel fiume Noce e dopo un beve tragitto riversate nel mare Tirreno, interessando sul lato destro la costa del comune di Maratea e su quello sinistro la costa dei comuni di Tortora e Praia a Mare e San Nicola Arcella.

L’impianto di depurazione ed il percorso delle sue acque di smaltimento sono al centro di un rilevante ecosistema a valenza comunitaria.

Infatti a pochissima distanza dal depuratore insiste il SIC IT 9210265 “Valle del Noce”. Il sito comprende un tratto del bacino del fiume Noce, nel versante tirrenico della Basilicata fino al confine con la regione Calabria. “Sul fiume è accertata la presenza straordinaria della Lontra  che determina la necessità di considerare di rilevante interesse conservazionistico l’intera ittiocenosi del fiume quale potenziale risorsa per il mantenimento del mammifero… (continua a leggere il comunicato stampa AIA su San Sago)

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra