Italia Nostra

Data: 14 Maggio 2019

Lamezia: “Nessuno risponde del degrado in questa città”

Ogni nostro appello ad un ambiente pulito,a un decoro degno di questa città,a prendersi cura dei beni collettivi trova interlocutori sordi ciechi e muti. In piazza Mercato Vecchio la vasca è impresentabile, sporca, ricolma di bottiglie di birra rotte. Nel degrado più totale.Come si può ridurre in tale stato un bene comune?

Il senso di civiltà incontra notevole fatica ad affermarsi.

I servizi igienici a ridosso di Corso Numistrano, il salotto di Lamezia Terme, nello squallore completo. Nessuno vede, nessuno sente, nessuno decide. Sia chiaro tutto questo non è normale. Non è normale che nessuno risponda del degrado e dell’abbandono in cui viene mantenuta questa città. Non é normale spendere quattro milioni di euro al parco Peppino Impastato e lasciarlo al buio, con tutte le strutture rotte e pericolose, con un patrimonio mandato in malora. Se la politica non è in grado di proporre soluzioni ci pensi la magistratura. Continuare così è un suicidio.

Noi vogliamo un’altra città. Pretendiamo cura manutenzione e rispetto di tutti i beni storico-culturali. Pretendiamo cura del verde e dei parchi. Possibilità di usufruire delle strutture sportive, teatrali, del tempo libero. Basta con questo assurdo menefreghismo.

Giuseppe Gigliotti, presidente “Italia Nostra” Lamezia

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra