Italia Nostra

Data: 21 Settembre 2012

Parco Marino della Riviera dei Cedri (sezione di Fuscaldo)

Il Parco Marino Riviera dei Cedri è un’area di notevole interesse paesaggistico, ed interessa parte dei comuni di Praia a Mare, Diamante e Acquappesa. In tale tratto di costa sono comprese numerose scogliere che rappresentano dei luoghi naturali fra i più suggestivi della Calabria, in particolare, le due uniche isole della Calabria, Isola Dino (Praia a Mare) Isola di Cirella (Diamante) e lo scoglio della Regina (Acquappesa), tre siti che sono parte integrante del Parco Riviera dei Cedri.

L’area in oggetto è interessata dalla presenza di ben 4 SIC (Siti di Interesse Comunitario) ai sensi della Direttiva Habitat 43/92/CEE, due dei quali relativi ai fondali marini dell’lsola di Dino – Capo Scalea (Codice Sito Natura 2000 lT9310034) e a quelli dell’lsola Cirella – Diamante (Codice Sito Natura 2000 lT9310037); altri due relativi all’lsola di Dino (Codice Sito Natura 2000 lT9310035) e all’lsola di Cirella (Codice Sito Natura 2000 lT9310036).

Le peculiarità del SIC Isola di Dino, isolotto calcareo con elevato sviluppo di grotte, pareti e scogliere, consistono nella presenza di endemismi vegetali come la Primula palinuri e la Dianthus rupicola e soprattutto per la presenza di Chamaerops Humilis (palma nana), specie molto rara in Italia, unica palma spontanea della nostra flora. Si segnala la presenza del Falco peregrinus, che nidifica sulle pareti rocciose. Il SIC Isola di Cirella è un piccolo isolotto con ampio sviluppo di scogliere e rupi marittime e raro esempio, in Calabria, di isola costiera a macchia mediterranea ben conservata. Si segnala anche qui la presenza dell’endemismo vegetale Dianthus rupicola. I fondali marini dei SIC Isola di Dino – Capo Scalea e del SIC Isola Cirella – Diamante si caratterizzano per la presenza di praterie di Posidonia oceanica, ad alta biodiversità, importanti come nursery per pesci (di grande importanza per la pesca) e a salvaguardia delle coste contro il fenomeno dall’erosione.

Abusivismi lungo la costa, in parte ancora incontaminata, la distruzione della macchia mediterranea e, non per ultimo una normativa a difesa dell’area marina e della costa assai lacunosa, sono le vulnerabilità più evidenti di questo parco marino.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra