Italia Nostra

Data: 24 Settembre 2012

Il TAR boccia la centrale a biomasse nell’ex Eridania di Russi

Segnaliamo la notizia ricevuta dal CR Emilia Romagna della vittoria al TAR del ricorso contro la centrale a biomasse nell’ex Eridania di Russi

I vincoli paesaggistici e culturali l’hanno spuntata sulla centrale a biomasse prevista all’ex zuccherificio di Russi. Lo stop è arrivato dal Tar di Bologna che ha accolto il ricorso per l’annullamento della delibera pubblicata nell’aprile 2011 con cui la giunta regionale aveva dato parere positivo al progetto per la realizzazione di un polo per le energie rinnovabili proposto dalla Powercrop spa nell’area degli ex stabilimenti Eridania-Sadam spa.

Nel ricorso, proposto dalle onlus “Italia Nostra” e “Wwf” e sottoscritto da decine di cittadini di Russi coordinati dall’associazione “Clan-Destino/Ravenna Virtuosa” attraverso l’avvocato bolognese Federico Gualandi, si chiedeva anche l’annullamento delle autorizzazioni alla costruzione e all’esercizio, di tutti gli atti allegati alla delibera regionale tra cui il rapporto di impatto ambientale e l’autorizzazione alla costruzione di linee elettriche avvallati dal dirigente della Provincia di Ravenna; ma anche della valutazione di incidenza del dirigente della Regione e del permesso alla costruzione e all’autorizzazione paesaggistica rilasciati dal Comune di Russi… (continua a leggere l’articolo da RomagnaNoi.it)

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra