Italia Nostra

Data: 19 Giugno 2023

Ho a cuore Sant’Arcangelo

Dal 19 al 25 giugno alla Celletta Zampeschi gli alunni della scuola dell’infanzia e della scuola primaria del 1° circolo Santarcangelo presentano i loro manufatti nell’ambito di un progetto che mira a formare giovani “cittadini attivi” dal titolo “HO A CUORE SANTARCANGELO”. Un ringraziamento speciale alla Società Operaia di Mutuo Soccorso – Santarcangelo.

Il progetto “HO A CUORE SANTARCANGELO” promosso dall’amministrazione comunale di Santarcangelo di Romagna, a cui ha aderito anche la sezione Italia Nostra Valmarecchia, è un percorso di consapevolezza rivolto agli alunni della scuola dell’infanzia e della primaria.

Il progetto è una sorta di grande spazio comune in cui gli alunni e le associazioni si incontrano e tessono la trama di una narrazione che racconta di come ci si può prendere cura della propria città e diventare cittadini consapevoli e attivi.

Ogni associazione traccia la propria parte di filo rosso che poi i ragazzi seguono, si parte con i più piccoli che imparano a prendersi cura del luogo in cui vivono raccogliendo e differenziando i rifiuti, per poi passare alle prime classi che percorrono le vie del paese in compagnia di un cane e imparano che esistono delle regole da seguire.

Alle seconde è toccato di inventare una storia su Santarcangelo il cui protagonista era uno dei burattini presenti nel Museo degli Usi e dei Costumi della città, le terze hanno svolto il loro laboratorio nella sala del Consiglio Comunale dove hanno scritto una serie di regole da seguire nei parchi e giardini pubblici.

Le classi quarte hanno perlustrato il territorio tra il giardino del convento dei Cappuccini e l’ex cementificio ascoltando i racconti delle loro guide e fissando i particolari che li hanno colpiti disegnandoli su piccoli mattoncini di argilla che poi sono stati cotti.

Infine le quinte classi che hanno seguito il filo del racconto narrato dalla sezione Valmarecchia alla ricerca dell’acqua che c’è ma non si vede, cioè l’antica fossa dei mulini oggi tombinata, che dal XV secolo alla fine della seconda guerra mondiale ha attraversato il centro storico di Santarcangelo, trasformando questa parte di città in borgo fabrorum con le sue botteghe il lavatoio, i mulini. Muniti di una mappa antica come piccoli rabdomanti hanno seguito le vie del borgo nel racconto delle guide di Italia Nostra ed infine hanno disegnato e collocato sulla mappa i punti più significativi. Un esercizio di orientamento e di restituzione spaziale fondamentale che ha insegnato ai ragazzi a vedere ciò che non si vede ma che ha definito la vita della comunità locale. 

Con la stessa mappa poi completata dai disegni gli stessi ragazzi hanno fatto da guide.

 

Per il video della manifestazione: cliccare qui

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy