Italia Nostra

Data: 30 Settembre 2010

Italia Nostra Roma: preoccupazioni sul nuovo “piano casa”

Il nuovo piano casa della regione Lazio peggiora notevolmente sia il piano statale che quello della giunta precedente. Cancellate le tutele dei centri storici, delle coste, delle aree contermini ai laghi. Deroghe nelle aree agricole e nelle aree protette.

Per quanto preso atto nella bozza del piano in data 28 settembre  appare evidente che vengono eliminati una serie di limiti che pure erano imposti dalla legislazione nazionale dando molto più spazio di manovra a chi vuole intervenire sulle cubature di case e costruzioni varie. Se non vengono riviste le norme si sarebbe fatto prima a dichiarare che le vigenti disposizioni in materia di disciplina urbanistica ed edilizia vanno tutte sospese, forse anche a tempo indeterminato. I piani regolatori non valgono più.

Si sono introdotte tutta una serie di “deroghe” a quanto già generosamente concesso dalla legge statale ed addirittura viene peggiorata la legge della Giunta regionale precedente che purtroppo inseriva anch’essa il grimaldello delle deroghe nello articolo 6 ed in particolare nell’articolo 7, che in pratica estendeva gli interventi consentiti per singole e limitate iniziative alla grande imprenditoria, che potrà compiere operazioni di grandi dimensioni ovunque.

Le parti più inaccettabili del nuovo piano sono quelle che permettono ampliamenti anche nei centri storici (zone A), che tolgono le tutele delle coste, dei territori contermini ai laghi e delle aree agricole.

Addirittura si permettono interventi nelle zone D e B delle aree protette anche se queste hanno già i piani di assetto che non li prevedono.

Queste norme per futuri scempi sul territorio non esistevano nel piano precedente, pur fortemente contestato da Italia Nostra.

Se il piano passerà in Giunta con questi articoli rimarrà solo la speranza di sostanziali modifiche in sede di Consiglio regionale e come ultima possibilità la richiesta ai Ministeri dei Beni Culturali e dell’Ambiente perché intervengano loro a tutelare l’ambiente, il paesaggio ed i beni culturali ormai sempre più a rischio di essere compromessi per sempre.

Per informazioni : 338.1137155

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra