Le campagne

Data: 12 Luglio 2016

Borgo di Fogliano (Latina): segnalazione per la Lista Rossa

borgo fogliano 1

Indirizzo/Località: borgo ubicato sulle rive di uno dei laghi costieri – il Lago di Fogliano – dell’Agro Pontino, incluso nel Parco Nazionale del Circeo nel Comune di Latina

Tipologia generale: borgo con giardino storico

Tipologia specifica: borgo rurale con villa padronale

Configurazione strutturale: villaggio di pescatori, con villa padronale con giardino e bosco

Epoca di costruzione: XVIII sec. e successivi

Comprende: una villa, le case dei pescatori, imbarcadero, recinti per gli animali, chiesetta neoromanica e il c.d. “casino inglese” (pittoresco edificio in legno)

Uso attuale: inserito nel Parco Nazionale del Circeo è attualmente sede dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità, del Corpo Forestale dello Stato. Oggi molte strutture risultano in abbandono. La Villa ed il Giardino sono in degrado totale, il Casino Inglese è inutilizzato, dopo un restauro iniziato nel 2003 (mai terminato).

Uso storico: “luogo di delizie” per la famiglia Caetani si trasforma in borgo rurale per l’allevamento di bestiame e la pesca

Condizione giuridica:  Proprietà pubblica

Segnalazione: del giugno 2016 – sezione di Latina – latina@italianostra.org


Motivazione della scelta: 
Ubicato sulla riva del lago omonimo (il maggiore dei laghi costieri dell’Agro Pontino), è riportato nelle antiche carte come villaggio di pescatori, ma vi furono ritrovamenti archeologici risalenti, secondo alcuni studiosi, al II sec. a. C. Posseduto dai Caetani dal 1297 fino al 1922, venduto ad una famiglia romana (per il 50%) e per il restante 50%, dopo alterne vicende, all’Impresa di Costruzioni Grassetto di Padova, corse seri rischi di edificabilità durante la redazione del PRG di Latina (Grassetto presentò, nell’anno 1963, un progetto per 1.800.000 mc, di nuove costruzioni fortunatamente “sospeso”, vi fu la ferma opposizione di ITALIA NOSTRA, con il Presidente, Giorgio Bassani).

Nel 1724 Michelangelo Caetani vi fece costruire un “Casino di caccia”, eleggendo, in tal modo, il sito a “luogo di delizie” per la sua famiglia. Al Casino (trasformato poi in Casale e quindi in una vera e propria Villa) seguirono le realizzazioni delle Case dei Pescatori, di un imbarcadero, di un procoio, di una chiesetta neoromanica e, tra la fine del Sec. XIX e gli inizi del Sec XX, del cosiddetto “Casino Inglese”, un pittoresco edificio in legno, il quale offrì un’abitazione per i lavoratori dell’Azienda Agraria dei Caetani, fatto socialmente rivoluzionario per l’epoca. Il tutto contornato da un potenzialmente magnifico giardino (l’orto botanico, con essenze anche esotiche)  e da una selva (nella quale furono girati moltissimi film, tra cui quelli di Sandokan).

Oggi, acquisito al patrimonio dello Stato e inserito nel Parco Nazionale del Circeo, attualmente è sede dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità, dello stesso Corpo Forestale dello Stato.

Il bellissimo sito è frequentatissimo dai cittadini di Latina (e non solo), ma, a parere della Sezione, è incompleto e con molti aspetti ancora da chiarire, tra cui il conflitto di competenze tra il Parco Nazionale del Circeo e il Corpo Forestale, il quale lo ha in affidamento. Inoltre la Villa ed il Giardino sono in degrado totale, il Casino Inglese è inutilizzato, dopo un restauro iniziato nel 2003 (mai terminato) e non si riesce a capire né la sua possibile utilizzazione, né chi debba emanare un bando per la sua gestione.

Oggi il Borgo è perfettamente accessibile, frequentatissimo, ma molte strutture sono in stato di abbandono. La Sezione di Latina di Italia Nostra ha proposto la redazione di un Piano per la fruizione ed una programmazione degli interventi sugli edifici in quanto occorre prendere provvedimenti in maniera urgente, al fine di non rischiare di perdere un patrimonio storico, architettonico e ambientale di eccezionale valore.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra