Italia Nostra

Data: 14 Dicembre 2012

Giù le mani dalla Riserva del litorale romano

La Governatrice dimissionaria Polverini non era legittimata a richiedere la sua riperimetrazione

Italia Nostra Lazio e Italia Nostra Roma appoggiano la denuncia del Comitato FUORIPISTA che da anni si oppone al raddoppio dell’aereoporto di Fiumicino, raddoppio che andrebbe a distruggere una gran parte della Riserva statale del Litorale Romano ottenuta dall’Associazione insieme a migliaia di cittadini che firmarono per  garantire la tutela di questo comprensorio. La Polverini non è legittimata come Governatore dimissionario a richiedere al Ministro dell’Ambiente di riperimetrare la riserva per permettere di ampliare l’infrastruttura di Fiumicino.

La richiesta della Società aereoportuale appare sovradimensionata rispetto alle strutture degli altri aereoporti internazionale che hanno traffici molto più numerosi. I finanziamenti dovrebbero servire a rendere oggi molto più efficienti i servizi e l’accoglienza per i viaggiatori. In questi anni, dove si sta mettendo in discussione, a livello parlamentare, il valore dei parchi come espressione della tutela della biodiversità e dell’ambiente naturale, Italia Nostra ribadisce la necessità che le aree paesaggistiche tutelate non divengano luogo di localizzazione per attività infrastrutturali come quella di Fiumicino, come per la realizzazione di parchi eolici, fotovoltaici spesso anche a discapito del territorio destinato all’agricoltura.

Tutta la zona interessata dalla richiesta di riperimentazione per escluderla dalla Riserva è parte integrante della originaria Tenuta Agricola pubblica di Maccarese venduta, purtroppo, alla società di  Benetton  che fino  ad oggi  non ha  promosso, come era un suo  impegno,  una concreta valorizzazione produttiva del comprensorio. Conseguentemente, si chiede una decisa posizione contraria alla richiesta della Regione Lazio da parte del Ministro dell’Ambiente Clini ed inoltre da parte del Ministro dei Beni Culturali Ornaghi la determinazione a difendere il vincolo paesaggistico riconosciuto all’area. A sostegno della nostra posizione, che considera quest’azione l’ennesimo inaccettabile consumo di suolo per le reali funzionalità dell’infrastruttura areoportuale, sono le documentate osservazioni alla VIA presentate dalle Associazioni ambientaliste e dal Comitato FUORIPISTA.

Leggi il comunicato del Comitato Fuoripista

Per informazioni:

Italia Nostra Lazio   347.2600163

Italia Nostra Roma   338.1137155

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra