Italia Nostra

Data: 21 Aprile 2016

Italia Nostra Roma: appello al Commissario Tronca sugli esercizi commerciali in centro storico

Il Consiglio Municipale ha deliberato all’unanimità le osservazioni alla proposta del Commissario Tronca che modifica la delibera n.36 del 2006 sulle attività commerciali nel centro storico. Si chiede di non diminuire le tutele delle attività tradizionali che man mano stanno scomparendo e di estendere il divieto di nuove attività fast food e minimarket in molte più vie e vicoli del centro già strapieno di questo tipo di utilizzo che sta provocando problemi di ordine pubblico, specie di notte per gli schiamazzi e per la sicurezza degli abitanti e dei turisti. In particolare tale divieto deve riguardare anche i rioni Celio, Testaccio e S.Angelo e inoltre l’Esquilino tutti già saturi di attività in contrasto con i loro valori storici e che man mano vedono diminuire gli abitanti e gli artigiani originari perdendo le loro caratteristiche sociali e storiche.

Deve essere mantenuto a cinque anni il vincolo dei locali nei quali viene a cessare l’attività tutelata per non esporre a maggiore rischio di sfratto le botteghe storiche e gli artigiani ancora miracolosamente presenti. Non siano previste deroghe alle prescrizioni della delibera in quanto è ben noto che lo stato di degrado del centro storico si ha anche per le tante deroghe concesse negli ultimi anni oltre che alla quasi totale scomparsa di controlli sui continui abusi in atto.

Italia Nostra Roma si associa alle importanti richieste del Consiglio Municipale chiedendo al Commissario Tronca di farle proprie per dare un primo segnale di voler riportare la bellezza e la legalità a un centro storico sempre più in degrado. Italia Nostra Roma spera che anche per il Sindaco che verrà eletto questo impegno sia una delle principali priorità del suo programma.

 

Info: 338.1137155

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra