Italia Nostra

Data: 11 Ottobre 2011

SOTTOPASSO ARA PACIS: DOPO L’ACCESSO AGLI ATTI

Su richiesta di Italia Nostra Roma il Presidente della Commissione Consiliare Controllo Garanzia e Trasparenza ha convocato con urgenza, per questa mattina, la commissione per chiarire i vari aspetti legati al progetto del sottopasso dell’Ara Pacis e del parcheggio di Passeggiata di Ripetta.

All’audizione era presente l’Assessore all’Urbanistica, Marco Corsini, che ha fatto una breve relazione sull’iter procedurale del progetto.

Italia Nostra Roma ha chiesto alla Commissione di approfondire alcuni aspetti critici sia del bando di gara che del progetto vincitore. In particolare di chiarire la mancanza assoluta nel bando di gara dell’esistenza dei vincoli paesaggistici, storici e artistici sull’area interessata al progetto. Il rispetto dei vincoli avrebbe portato, secondo Italia Nostra Roma, alla rinuncia al bando.

Italia Nostra Roma ha segnalato alla Commissione che, oltre al Ministero dei Beni Culturali che ha l’obbligo di imporre il rispetto dei vincoli, l’altro soggetto che avrebbe dovuto essere coinvolto sin dall’inizio del procedimento – l’Assessorato all’Ambiente – non è mai stato convocato né gli è mai stato richiesto un parere.

Italia Nostra Roma ha anche espresso l’esigenza che tutta la documentazione del progetto vincitore sia sottoposta al vaglio degli assessorati competenti e alle commissioni Ambiente, Mobilità e Cultura perché diano una valutazione complessiva del progetto prima della Conferenza dei Servizi

Dopo la dichiarazione dell’Assessore Corsini che la realizzazione dell’opera sarà a costo zero per l’Amministrazione, Italia Nostra Roma ha sottolineato che nei documenti sin qui esaminati non esiste la voce della manutenzione ordinaria della sistemazione a verde di tutta l’area, osservazione confermata anche dal rappresentante di Risorse per Roma.

Italia Nostra Roma ha ricordato, infine, che il progetto del sottopasso, senza il parcheggio interrato, era stato fermato dall’assessore Morassut, della precedente Giunta, e cancellato dal Sindaco Alemanno con una ordinanza del novembre del 2008 per motivi di “sicurezza stradale, tutela ambientale per la fascia di rispetto dell’impianto radicale delle alberature tali da ritenere l’opera allo stato non più realizzabile”.

A questo punto si impone una domanda :

Perché, Signor Sindaco di Roma Capitale,

rinnega la sua ordinanza del novembre 2008

che eliminava definitivamente l’inutile e dannoso sottopasso dell’Ara Pacis?

Per informazioni: 338.1137155

__________________________________________________________________________________________

Ieri Italia Nostra Roma ha avuto accesso agli atti del progetto vincitore per la realizzazione del sottopasso e del parcheggio interrato sul Lungotevere in Augusta.

Come dato più rilevante, tra le carte cui abbiamo avuto accesso, rileviamo di dover riportare all’attenzione della pubblica opinione le testuali parole del parere espresso dal Direttore Regionale, Federica Galloni: “……parere favorevole al progetto preliminare per la sola realizzazione del sottopasso e parcheggio con ESCLUSIONE della sistemazione superficiale del verde per la quale si condiziona l’esecuzione alla salvaguardia delle alberate nel loro stato attuale…..”.

Contestualmente ha colpito che in tutti gli elaborati e in tutte le relazioni il taglio delle radici di platani, piantati nel 1900, sarà effettuato a 2,50 metri dal centro dell’albero e saranno drasticamente potati per impedirne  lo sviluppo vegetativo.

E’ stato anche notato che né in bando di progetto né nelle relazioni si fa alcun riferimento al vincolo paesaggistico, storico e artistico delle “scogliere” di Passeggiata di Ripetta. Omissione che, a parere di Italia Nostra Roma, dimostra la sciatta approssimazione nella stesura del bando.

Non ci sono pareri preventivi dell’Assessorato all’Ambiente. A questo punto è indispensabile conoscere urgentemente la posizione dell’Assessore Visconti, preposto alla tutela del patrimonio alboreo della città, sempre che conosca il progetto.

Ha colpito che le corsie del tunnel progettato sotto il Lungotevere sono due. Un collo di bottiglia che creerà quello che gli inglesi chiamano “traffic jam” che farà imbestialire i romani per tutti gli anni a venire.

Per cui Italia Nostra Roma  ribadisce il danno che tale “monumento” all’inutilità produrrà alla città di Roma, e questo è solo l’inizio.

Se prima potevamo avere dei dubbi ora abbiamo solo certezze.

Per informazioni: 348.8125183

________________________________________________________________________________________

Non esiste ancora un vincitore del bando per la realizzazione del sottopasso dell’Ara Pacis e del parcheggio interrato di Passeggiata di Ripetta dato che sono ancora in corso le verifiche, obbligatorie per legge, della congruità dell’offerta.  Italia Nostra Roma, quindi, ha fatto un’analisi corretta e veritiera del procedimento ancora non concluso.

Un consiglio al Sindaco di Roma: “Non si preoccupi, Signor Sindaco, degli umori dell’Architetto Richard Meier, ma si preoccupi degli umori dei cittadini romani che hanno diritto ad un’informazione corretta sin dalla dichiarazione ufficiale sulla stampa del 5 agosto 2011”.

Carlo Ripa di Meana

Per informazioni: 348 8125183

________________________________________

comunicato di Italia Nostra Roma del 06.06.2011

Roma, il bando per il sottopasso dell’Ara Pacis ancora senza un vincitore

ITALIA NOSTRA, che fermamente combatte questo progetto inutile e distruttivo dei beni ambientali, paesaggistici e culturali romani, ha appreso ai primi di agosto, dalle dichiarazioni sulla stampa dell’Assessore all’Urbanistica Corsini, che il bando per il “project financing” per il sottopasso Ara Pacis era stato vinto dall’impresa Todini.

L’Associazione, preso atto della notizia,  ha attivato la procedura di accesso agli atti per esaminare il progetto vincitore.

In tale circostanza i delegati dell’Associazione hanno appreso dai funzionari dei competenti uffici che: “ l’accesso agli atti  non è possibile in quanto non esiste ancora ufficialmente un progetto vincitore”.

Devono, infatti,  essere ancora fatte verifiche sulla proposta economica dell’impresa Todini e “pertanto la Commissione incaricata di giudicare non ha ancora deciso”. Quindi per l’assegnazione del bando non ci sono, a tutt’oggi, né vincitori né vinti.

Ciononostante puntualmente sono apparsi annunci trionfalistici persino sulla data di conclusione dei lavori.

Ne dobbiamo dedurre che il Sindaco Alemanno e l’Assessore Corsini proseguono, sulla scia dei loro predecessori, anche “nella politica degli annunci infondati” e nel non rispettare il diritto dei cittadini ad una informazione corretta e trasparente.

Per informazioni: 348/8125183

________________________________________

Vai alla principale rassegna stampa del 07.09.2011

Leggi anche:

http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/09/06/news/sottopassaggio_ara_pacis_todini_vince_gara_e_polemica-21317429/

http://www.paesesera.it/Cronaca/Sottopasso-Ara-Pacis-Italia-nostra-Ancora-non-c-e-nessun-vincitore

http://www.libero-news.it/news/815942/Roma-Italia-Nostra-bando-sottopasso-Ara-Pacis-ancora-senza-vincitore.html

http://www.romatoday.it/politica/sottopasso-ara-pacis-polemiche-gara.html

http://www.cinquegiorni.it/news.asp?id=3840

http://www.libero-news.it/articolo.jsp?id=816001

http://www.okroma.it/notizie-roma/cronaca-roma/ara-pacis-polemiche-sulla-realizzazione-del-sottopasso.html

http://www.lenovae.it/sottopasso-ara-pacis-e-polemica-lopposizione-un-bluff-della-giunta-alemanno-il-sindaco-ha-vinto-todini/

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra