Italia Nostra

Data: 5 Novembre 2013

Scempi ovunque se il Piano Casa della Polverini non verrà modificato

Il presidente Zingaretti e l’assessore Civita permettano le osservazioni e le richieste di modifiche al comune di Roma

In questi giorni vi sono le audizioni della Commissione Ambiente della Regione Lazio per ricevere le osservazioni delle categorie, dei sindacati e delle associazioni sulle modifiche redatte dall’Assessore all’Urbanistica, Michele Civita. Italia Nostra si è sempre fermamente opposta al Piano Casa della Regione Lazio che portava pesanti modifiche al Piano regolatore e alle tutele paesaggistiche fin dal primo Piano (Presidente Marrazzo). Anche quest’ultima proposta è inaccettabile.

Mentre sono stati modificati gli articoli che riguardano la tutela dei parchi regionali, delle aree protette e dei vincoli paesaggistici per fermare il ricorso alla Corte Costituzionale del Ministero dei Beni Culturali (dall’allora Ministro Galan) gli articoli che permettono interventi invasivi in contrasto col Piano Regolatore non risultano toccati. In particolare il Piano Casa regionale toglie ogni potere ai Comuni ed in particolare al Comune di Roma e alla sua Assemblea Capitolina.

Possono avvenire trasformazioni dovunque senza la verifica da parte dei Consiglieri comunali. Si usa la scusa dell’housing sociale per costruire alveari di miniappartamenti con solo una quota ad affitto concordato, ma dopo alcuni anni si sfratteranno gli inquilini e gli alloggi ritorneranno sul mercato. Ma poi quale mercato con tutti gli edifici vuoti di Roma? Anche la “Città storica” (EUR, Garbatella, Prati, il Nomentano con i loro bei villini ed edifici) non si salverà da demolizioni o ampliamenti.

Il Presidente Zingaretti e l’Assessore Civita fermino questi scempi oggi ormai finalmente evidenti modificando in modo sostanziale il Piano Casa di Polverini e Ciocchetti e aprano di nuovo l’intero testo alle osservazione e alla richiesta di modifiche all’Assemblea Capitolina ridando i poteri sul suo territorio alla città. Altrimenti è inutile continuare a usare il nome di “Roma Capitale”.

Info: 338.1137155

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra