Italia Nostra

Data: 7 Gennaio 2011

Impegni richiesti da Italia Nostra ai candidati sindaco di Savona

Edifici Storici e beni culturali


Priamar

La valorizzazione del Priamar è una necessità/opportunità in previsione di un prossimo futuro in cui l’accoglienza del turismo storico culturale diventerà per l’Italia un cespite ancor più importante di oggi.

E’ necessario che il Priamar sia maggiormente utilizzato anche con uffici e centri di specifico interesse, rispettosi ed omogenei per il contesto. Per dare maggiori possibilità di utilizzo sarà necessario aumentare gli spazi recuperati con una serie di interventi che, tenuto conto di quanto già fatto in passato, non sono particolarmente costosi.

In particolare si richiede che siano realizzati i seguenti interventi:

  • nel Baluardo di S. Bernardo: riapertura dell’Ostello della Gioventù;
  • Palazzo della Sibilla (nei due piani più bassi): studi di artisti ed artigiani;
  • La Cittadella: piano di graduale esplorazione archeologica, escludendo quindi nel modo più rigoroso qualsiasi ipotesi di costruzione di edifici o sovrastrutture;
  • Polveriera: affidato a privati per iniziative, anche commerciali, di interesse collettivo;
  • Bastione di Santa Caterina: dovrà emergere l’impegno a realizzare la innovativa struttura audiovisiva mirata a promuovere il Centro per il Santuario dei Cetacei (Progetto Pelagos);
  • Spazi edificati alla base del Priamar lato Prolungamento: oggi sono adibiti a magazzini ma devono essere valorizzati per un uso pubblico o privato coerente con il contesto;
  • Nuovo Accesso dalla direttrice di Corso Italia: attraverso l’entrata già esistente presso il Bastione di Santa Caterina si accederà con una coppia di scale mobili secondo il progetto presentato nel Convegno sul Priamar del 12 novembre 2010;
  • Collegamento pedonale lato mare intorno al Priamar: tra i giardini del Prolungamento e la Darsena deve essere realizzato un percorso pedonale che leghi i due punti di attrazione della città.

Inoltre si sottolinea che il Priamar deve mantenere la sua caratteristica di Rupe sul mare che lo caratterizza storicamente. Pertanto i progetti in corso per la zona a levante del Priamar devono avere la seguente prescrizione:

I progetti nella zona a levante del Priamar devono essere ad una distanza dal Priamar tale da non coprire la sua elevazione, la rupe deve emergere dal mare e non dai tetti o da piattaforme di cemento.

Leggi tutto il documento “Impegni richiesti da Italia Nostra ai candidati sindaco di Savona”
Leggi la sintesi dei principali suggerimenti per i candidati

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra