Italia Nostra

Data: 14 Dicembre 2015

Italia Nostra, appello ai comuni contro il piano casa in Liguria “segnalate subito le aree da escludere”

Il consiglio regionale ligure dell’associazione chiede ai Sindaci della regione di utilizzare uno strumento previsto dalla stessa legge per difendere la propria potestà pianificatoria

Italia Nostra lancia un appello pubblico costruttivo e pragmatico contro il ‘Piano casa’ della Regione Liguria: propone infatti a tutti i 235 comuni della Regione di identificare fin da subito le aree da escludere agli effetti della norma, neutralizzando così, con l’utilizzo di uno strumento previsto dalla stessa legge, i pericoli di cementificazione.

Italia Nostra, fin da subito, ha manifestato la propria contrarietà al cosiddetto ‘Piano casa’, ovvero la proposta di modifica della legge regionale 3-11-2009, evidenziando limiti e rischi di incostituzionalità del decreto, che prevede norme espressamente derogatorie alla pianificazione comunale e, in sostanza, un incremento del costruito con prevalenza degli interessi dei costruttori.

L’associazione, che nella fase di discussione, pur essendo negativa sulla legge, ha fornito suggerimenti di miglioramento, chiede ora ai consiglieri regionali, in vista dell’imminente discussione del provvedimento in consiglio regionale, di bocciare la proposta di legge.

Inoltre lancia un appello ai comuni e agli enti Parco affinché riducano gli effetti negativi della legge: propone infatti che, cosi come previsto da alcune recenti modifiche al decreto, i comuni provvedano subito a identificare e segnalare al consiglio regionale e alla giunta tutte le aree da escludere agli effetti del ‘Piano casa’. In questo modo i Comuni possono difendere la potestà pianificatoria che loro compete: è troppo comodo e vantaggioso per una società immobiliare acquisire un volume in una zona di basso pregio e imporre alla collettività quel volume incrementato in zone di alto pregio, già sature e con un valore paesaggistico da preservare.

Italia Nostra ricorda che:

– l’attività edilizia non può essere messa al di sopra di ogni altro interesse (ci sono comunque vasti spazi di intervento in ristrutturazioni e frazionamenti);

– Il ‘Piano casa’ non può essere applicato in deroga ad ogni strumento di controllo del territorio, compresi i piani in regime di salvaguardia;

– è inaccettabile l’indiscriminato cambio della destinazione d’uso senza una adeguata e puntuale motivazione basata solo sull’interesse del proponente;

– rimane devastante l’opportunità  di intervenire anche sui centri storici e sui Parchi.

Italia Nostra Genova

Piazza delle Fontane Marose, 6/4, 16123 Genova – tel. e fax: 010 – 54 27 63

e-mail: italianostra.genova@libero.it

Per contatti:

Andrea Bignone 347 22 57 826

Manuela Cappello 335 66 74 386

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra