Italia Nostra

Data: 30 Maggio 2014

Dibattito sulla costruzione di un autosilo sotterraneo vicino la Prima Cappella del Sacro Monte di Varese

In questi giorni si sta dibattendo a Varese il problema della  costruzione di un autosilo sotterraneo in vicinanza della Prima Cappella del Sacro Monte di Varese, prevista dalla Giunta Comunale.
Italia Nostra Varese è intervenuta sulla questione  inviando la lettera (allegata) al Sindaco e ai membri della Giunta, esponendo i motivi che inducono a giudicare l’opera come altamente inopportuna e a proporre una soluzione semplice, di basso costo e immediatamente realizzabile.
Alla  lettera, a cui si aggiunge la protesta di un Comitato di cittadini che ha raccolto 5000 firme, è stato dato ampio riscontro nella stampa locale del 28/5/2014 (La Prealpina e Varese News).

Ecco la lettera:

Autosilo Prima Cappella

in merito al problema del parcheggio delle auto private, per I’accessibilità del complesso monumentale del Sacro Monte, Italia Nostra Varese

premesso:

  • che il problema creato dalla necessità di poter parcheggiare l’auto sussiste ed è fonte di gravi disagi sia per i visitatori sia per gli abitanti in loco
  • che detti disagi si manifestano particolarmente nei fine settimana e nei giorni festivi
  • che più volte si è verificata una inaccettabile congestione di auto al Sacro Monte, per cui risulta opportuna una limitazione di accesso
  • che è imperativo trovare una soluzione che non abbia incidenze ambientali pesanti e presenti costi non ingenti

considerato che il previsto autosilo in località Prima Cappella suscita numerose critiche e perplessità concernenti:

  • l’impatto ambientale sull’area di notevole valore storico, nelle immediate vicinanze della chiesa dell’lmmacolata, parte integrante del complesso monumentale, e della Prima Cappella (patrimonio Unesco)
  • i numerosi problemi che sarebbero provocati verosimilmente dal cantiere (ad esempio l’interruzione per lunghi e frequenti periodi dell’accessibilità stradale al sito, gli impegnativi scavi nella roccia con l’uso probabilmente necessario di esplosivi, etc.)
  • la localizzazione dell’autosilo su una doppia curva della strada percorsa da numerose automobili e dai bus del servizio pubblico e dei pellegrinaggi che salgono al Santuario di Santa Maria
  • i rischi conseguenti ad accesso e uscita veicolare continui, sulla strada, e ravvicinati alla chiesa dell’lmmacolata, ad autosilo eventualmente realizzato
  • l’idoneità dal punto di vista geologico della zona prescelta per l’autosilo
  • il rischio di eventuali danni alla zona carsica sotterranea esistente nella zona
  • l’induzione di traffico automobilistico in una zona dove l’accessibilità alle auto private andrebbe invece limitata, privilegiando l’uso di mezzi pubblici, per evidenti ragioni paesistiche ed ambientali, oltre che urbanistiche
  • infine le ingenti spese necessarie per l’opera, in ragione del numero di posti auto previsti, ed il costo per posto auto

propone

che venga esaminata dall’Amministrazione comunale, la seguente alternativa all’ autosilo: destinare una zona di parcheggio auto in città, riservato, durante i fine settimana e nei giorni festivi, ai visitatori del Sacro Monte. Un razionale ed efficiente servizio pubblico di navette, possibilmente non inquinanti, trasporterà i visitatori dall’area parcheggio alla stazione di partenza della funicolare e alla Prima Cappella, e ritorno. A titolo di esempio il parcheggio di via Borghi, sul retro della Villa Boragiola, sarebbe idoneo data la sua ampia capacità, ben superiore ai 90 posti previsti per I’autosilo e risultando al momento chiuso il sabato e la domenica. Ovviamente, in alternativa, anche oltre aree-parcheggio potrebbero essere scelte in zona, qualora risultassero idonee. Il provvedimento dovrebbe comportare la chiusura al traffico dalla via Cellini in su, od eccezione dei residenti, ed essere opportunamente e ben segnalata ai visitatori, in città, sulla via verso il Sacro Monte.

confida

che l’Amministrazione, prima di procedere alla realizzazione dell’autosilo, vorrà prendere in seria considerazione l’alternativa proposta e informa che verrà data comunicazione ai media della proposta stessa e del riscontro ottenuto dall’Amministrazione.

Carlo Mazza

Presidente Italia Nostra Varese


Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy