Italia Nostra

Data: 30 Novembre 2010

Silvio Garattini parla di scienza, ambiente e longevità per Italia Nostra Milano

Giovedì 2 dicembre 2010, presso l’Aula Magna dell’Università Statale di Milano (dalle 17) si terrà l’ultimo incontro del ciclo dedicato alla scienza di Italia Nostra Milano con Silvio Garattini, il direttore dell’Istituto Mario Negri di Milano, che farà il punto sulle prospettive della ricerca biomedica, dalla clinica allo sviluppo dei nuovi farmaci, in particolare sulla nuova frontiera degli studi sulla longevità. Nella sua lezione Garattini nonmnacherà di sottolineare perché anche in questo campo sia vitale una robusta ricerca pubblica, scevra da conflitti di interesse, e orientata premiare i più meritevoli. Coordina l’incontro Luca Carra. Ingresso: 10 euro (per gli studenti entrata libera)

Italia Nostra di Milano ha voluto dedicare una sezione del ciclo “dialogo con la città” ai temi della ricerca perché senza ricerca Milano muore, l’Italia muore: con questo messaggio l’associazione ha invitato a parlare nel suo ciclo di conferenze quattro star della ricerca scientifica italiana: il genetista Luigi Luca Cavalli Sforza, giovedì 11 novembre “Cosa dice la scienza sull’evoluzione della cultura”, l’astrofisica Margherita Hack, il 18 novembre “Una vita tra le stelle”, il biologo Giuseppe Macino, giovedì 25 novembre “La vita reinventata? e il farmacologo Silvio Garattini il 2 dicembre “Significato della ricerca in campo biomedico”.

Raccontando la loro straordinaria avventura umana e scientifica, i quattro personaggi spiegano a un pubblico prevalentemente di giovani perché la ricerca è bella, perché la ricerca è necessaria, e perché la ricerca è il nostro unico futuro possibile.

Per Italia Nostra la ricerca scientifica è un bene culturale, un patrimonio dell’umanità, quanto un’opera di Raffaello o una cupola del Bramante. Non c’è contrapposizione fra scienza e cultura. La ricerca possiede in sé gli strumenti più efficaci per farci superare i pregiudizi, le terribili ineguaglianze che ancora affliggono le società nelle diverse parti del mondo, e per curare l’uomo e il pianeta dai suoi mali.

A suo modo, ciascuno dei quattro scienziati che si alternano nell’Aula Magna della Università Statale, ha mostrato come la ricerca assume significati di civilizzazione ora più che mai importanti.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra