Italia Nostra

Data: 3 Luglio 2017

Ancona: cancro ed inquinamento. A chi interessa?

Che l’inquinamento rappresenti una minaccia per la salute è un concetto ormai ben consolidato ma una nuova ricerca ha dimostrato che l’inquinamento riduce anche la aspettativa di vita, del 31%, dei pazienti affetti da tumore epatico. La ricerca è stata effettuata dalla University of Southern California di los Angeles che ha seguito il destino di oltre 20.000 pazienti con epatocarcinoma epatico ponendoli in relazione con i livelli di inquinamento forniti dal Environmental Protection Agency’ s  Air Quality System.

Lo studio ha dimostrato che i malati di cancro epatico, esposti a livelli più elevati di inquinamento, avevano un rischio di morire superiore del 31% ai soggetti esposti a livelli minori di inquinamento.

Questi dati interessano a qualcuno nella nostra  bella Ancona? Sicuramente no visto che da qualche anno sono state tolte le centraline che attestavano l’alto livello di inquinamento raggiunto in città. A chi davano fastidio le centraline di Torrette, Porto, via Bocconi? Si è impedita la informazione dei cittadini sul reale stato di inquinamento del luogo di vita e di lavoro! E gli annunciati interventi per porre rimedio a tale “censura conoscitiva”  dove stanno? Quanto ci vuole per rimettere  qualche centralina e sopra tutto, assumere iniziative per ridurre l’inquinamento? Per ampliare le ZTL? per favorire l’uso del mezzo pubblico? Per  realizzare finalmente la metropolitana di superficie riaprendo la Stazione Marittima?

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra