Italia Nostra

Data: 11 Marzo 2015

Da Italia Nostra Marche: “Grazie arch. Gizzi!”

Il Consiglio Regionale Marche dell’Associazione Italia Nostra Onlus, avuta notizia dell’avvicendamento – conseguente alla riforma del Ministero dei Beni Culturali – che riguarda anche le Soprintendenze delle Marche, intende formulare i migliori auguri all’arch. Stefano Gizzi per il suo nuovo incarico nella regione Umbria. Nel suo ruolo di Soprintendente ai Beni Architettonici e Paesaggistici, nonché nell’ultimo anno anche di reggente della Direzione Regionale delle Marche, Gizzi ha dimostrato il proprio impegno per la tutela dei Beni Culturali ed Ambientali nelle numerosissime vicende che attanagliano la nostra Regione Marche.

Intendiamo ricordare le ferme prese di posizione di Gizzi e dei propri collaboratori sulla vicenda del Colle dell’Infinito a Recanati, sulla lottizzazione del Burchio a Porto Recanati, del Pizzardeto e della Piazza della Madonna a Loreto, sui dehor in Ancona e ad Ascoli Piceno, sulle cave alla Gola della Rossa ed in tante altre località della nostra regione come Grottammare. All’apprezzamento per grande competenza nel settore dei beni culturali, si deve unire anche quello per l’aver Egli assunto iniziative coraggiose che – si sapeva in anticipo – avrebbero scatenato la reazione vuoi di alcune categorie economiche, vuoi di politici ed amministratori spesso troppo lontani dai valori costituzionali e troppo vicini invece ad interessi di bottega elettorale e a visioni di sviluppo legate alla cementificazione dei territori.

Italia Nostra Marche, a nome di tutti i propri soci e delle nove sezioni territoriali, esprime un sentito ringraziamento a questo dirigente dello Stato che ha dimostrato di saper servire in modo competente la Costituzione, in particolare l’art. 9 che tutela il patrimonio storico, artistico e naturale della Nazione; ringraziamento che va esteso ai preziosi collaboratori e funzionari delle strutture regionali del Ministero per i Beni Culturali. Italia Nostra infine si augura che il successore sarà all’altezza della impegnativa eredità che lascia il soprintendente arch. Stefano Gizzi.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra