Italia Nostra

Data: 16 Novembre 2012

Fermo, degrado in via Colucci

Fermo, via Colucci: una via dedicata all’abate Giuseppe Colucci (Penna San Giovanni, 1752 – Fermo, 1809), studioso noto per la monumentale opera “Antichità Picene”.

Siamo in pieno centro storico, tra piazza del Popolo e via Veneto: il degrado e l’abbandono di un edificio, l’ex diurno.

Un’insegna cadente e pericolosa, quella del “barbiere”, erbacce sui muri, cavi penzoloni, grondaie rotte, contatori enel volanti, finestre rotte con vetri pericolosi. Chissà se da quelle parti girano pure animali…

C’è di tutto. Da troppi anni la struttura è in queste condizioni.

Non so chi sia il proprietario o i proprietari. Non so se i residenti nelle abitazioni vicine si sono lamentati e hanno segnalato lo squallore di quella via.

E’ necessario intervenire, e subito, per il decoro di un vicolo centralissimo.

Chiedo e auspico la necessaria bonifica, non solo per rendere più pulita e accogliente la nostra città, ma anche per motivi di sicurezza.

Non bisognerà aspettare, spero, che l’insegna (o il neon in essa contenuto) cada sopra la testa di qualche passante, peggio ancora se turista.

E non è certo un bel biglietto da visita per i forestieri che frequentano Fermo.

Elvezio Serena

presidente Italia Nostra – sezione di Fermo “Valeriano Vallerani”

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra