Italia Nostra

Data: 13 Dicembre 2013

Fermo “No alle auto in Piazza”

Una scelta assurda, inutile, dannosa e anacronistica

Le Associazioni Ambientaliste dicono un netto No alle auto in piazza

La riapertura di piazza del Popolo a Fermo è una decisione assurda, inutile, dannosa e anacronistica per la città, quella di utilizzare la storica piazza del Popolo di Fermo come parcheggio. A Fermo, nonostante tutti i più importanti centri storici italiani siano ormai chiusi al traffico, ci sono zone a traffico limitato, ma non esiste neanche un’isola pedonale. Si discute ancora, dopo decenni, se tenere aperto il “Salotto” cittadino per far scorazzare, spesso indiscriminatamente, decine o centinaia di automobili, con l’unico risultato che in piazza ci saranno più auto che persone, visto anche la limitata diversificazione dei negozi.

Il Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste del Fermano non ci sta a questa incredibile decisione, appresa dalla stampa e in assenza totale di un minimo di consultazione. Invece di organizzare una navetta elettrica o a metano che da Porta S. Lucia attraversi corso Marconi, corso Cavour e corso Cefalonia, per arrivare a scaricare/caricare in Piazza, oppure con un analogo servizio da Piazza Dante verso Viale Vittorio Veneto o Piazzale Azzolino, o addirittura con un caratteristico Trenino come alcuni anni fa, molto apprezzato da grandi e piccini, si preferisce risolvere superficialmente il problema dell’accesso al centro storico permettendo un simile scempio.

Le associazioni ambientaliste contestano duramente la scelta dell’Amministrazione comunale fermana, nata con la scusa di sopperire ai disagi derivanti dalla frana di viale Veneto, e che dimostra, con questa decisione, scarsa attenzione alla valorizzazione del centro storico e dell’immagine della città.  Domenica scorsa, in occasione della Fiera di Natale, numerosi cittadini, provenienti anche da fuori provincia, hanno raggiunto il centro e apprezzato molto l’offerta commerciale e culturale. Questo dimostra che un posto macchina si trova comunque, e non c’è alcuna necessità di invadere la piazza con le auto. Le scriventi associazioni pretendono che di questa frettolosa e ingiustificata decisione, offensiva verso i residenti e i turisti che apprezzano molto Fermo,  siano investite al più presto le Consulte della Cultura e dell’Ambiente.

Il Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste di Fermo

Italia Nostra, Lipu, Legambiente, Circolo River Keeper, Archeoclub, FAI

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra