Italia Nostra

Marche: richiesta di sospensione della pre-apertura e adozione di limitazioni all’attività venatoria

31 Agosto 2017

ISPRA: la fauna selvatica in grave difficoltà a causa di siccità e incendi. L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) è il più importante Ente Scientifico italiano che si occupa di fauna selvatica ed è il referente ufficiale dei Ministeri che si occupano di attività venatoria. In questi giorni, l’ISPRA ha segnalato a tutte le Regioni italiane, Piemonte compreso, che fin dall’inizio del 2017 si è manifestata in Italia “una situazione meteorologica decisamente critica” con temperature massime prolungate e prolungati periodi di siccità con espansione del numero degli incendi. Questa situazione, lancia l’allarme ISPRA, “comporta una condizione di rischio della fauna selvatica condizionando il successo riproduttivo e aumentando la mortalità degli individui. A ciò deve essere aggiunto un impoverimento dell’offerta trofica”.

In applicazione del comma 1, art. 19 della L. 157/1992 ISPRA invita pertanto le Regioni ad adottare misure di contenimento e limitazione dell’attività venatoria per la stagione 2017/2018, il cui inizio è ormai prossimo. In particolare, i più importanti suggerimenti emanati dall’ISPRA possono così riassumersi:

– sospensione dell’addestramento e allenamento dei cani da caccia per non aumentare nei selvatici le Situazioni di stress;

– posticipazione dell’apertura della caccia agli Anatidi e agli altri uccelli di palude;

– divieto della caccia da appostamento temporaneo per evitare la concentrazione del prelievo presso i punti di abbeverata che già si attua dal prossimo sabato 2 settembre 2017 in occasione delle cosiddette “preaperture”;

– sospensione delle “preaperture” previste già dal 2 settembre 2017;

– limitazione del periodo di caccia o limitazione del carniere per tutte le specie selvatiche stanziali;

– sospensione dei ripopolamenti a fini venatori;

– divieto di caccia non solo nelle aree boscate percorse dal fuoco (divieto già previsto dalla Legge n. 353/2000), ma anche, per due anni, nelle aree a queste contigue e in tutte le aree percorse dal fuoco.

Le scriventi Associazioni invitano pertanto le competenti autorità regionali ad attivarsi affinché le richieste dell’ISPRA vengano recepite nella nostra Regione nella misura più ampia possibile ed in particolare chiedono l’immediata sospensione della pre-apertura prevista nel mese di settembre. Quindi vista la grave situazione ambientale ci auguriamo che almeno in questa occasione le richieste dell’ISPRA verranno tenute nella massima considerazione.

Con l’occasione inviamo i nostri migliori saluti.

L’Alleanza delle Associazioni Ambientaliste Marchigiane di Forum Paesaggio Marche, Italia Nostra Marche, Legambiente Marche, Lupus in Fabula, Pro Natura Marche, Terra Mater, WWF Marche

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy