Italia Nostra

Data: 3 Agosto 2015

No alla cementificazione del Burchio

Appello al Commissario Straordinario del Comune di Porto Recanati

Le Associazioni Ambientaliste Marchigiane hanno preso atto che il Tar Marche ha accolto il ricorso contro il diniego del Consiglio comunale alla realizzazione della devastante cementificazione del Burchio, in località Montarice di Porto Recanati. La cementificazione della collina, carica di valenza paesaggistiche, culturali, archeologiche è stata al centro della campagna elettorale dell’anno scorso che ha portato alla sconfitta della Giunta Ubaldi favorevole al progetto. La maggioranza dei cittadini si è infatti espressa contro il Burchio eleggendo la nuova Giunta Montali ed una nuova maggioranza contraria alla cementificazione. Sarebbe estremamente grave se tale volontà, emersa chiaramente dalle elezioni comunali del 2014, fosse oggi contradetta da un mancato ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar Marche.

Caduta la Giunta Montali spetta all’attuale Commissario Straordinario proseguire un lineare percorso giuridico amministrativo a difesa dell’interesse dei cittadini di Porto Recanati e dell’interesse pubblico in genere che si ritrova nello “STOP AL CONSUMO DI TERRITORIO”. Il comune di Porto Recanati è infatti già saturo dal punto vista edilizio con scheletri di case invendute e l’area di Montarice è pregevole dal punto di vista panoramico e paesaggistico, tanto che anche la Soprintendenza aveva espresso il proprio parere negativo, anche per i valori archeologici.

Si invita pertanto il Commissario Straordinario ad assumere, entro i tempi dovuti, la decisione di ricorrere al Consiglio di Stato. Lo ringrazierebbero migliaia di cittadini di Porto Recanati e tutti coloro che dicono basta alla cementificazione del suolo agricolo.

 

L’Alleanza è costituita da Forum Paesaggio Marche, Italia Nostra Marche, Legambiente Marche, L’Onda Verde, Lupus in Fabula, Pro Natura Marche, Terra Mater, WWF Marche

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra