Italia Nostra

Data: 2 Maggio 2020

Praia a Mare: concentrare sul lungomare, diradare sulla spiaggia

COVID-19 Fase 2: nuova ordinanza del Sindaco del Comune di Praia a Mare, Antonio Praticò. Il provvedimento, ordinanza n. 180 pubblicata il 29.04.2020, che fa seguito a quella riguardante il divieto di accesso alla spiaggia per i non residenti nella fascia di 200 metri dalla battigia ha raccolto nuove critiche di Italia Nostra, sezione Alto Tirreno Cosentino. I volontari dell’associazione hanno fatto rimarcare al primo cittadino che paradossalmente, stabilendo apposite fasce orarie per le attività ludico ricreative e concentrandole sul lungomare, di fatto si dà vita ad una concentrazione anziche’ ad un diradamento di persone. Questo il commento sulla pagina fb dell’associazione: «Solo per coloro i quali risiedono o dimorano dal mese di marzo 2020 all’interno della fascia compresa nei 200 metri dalla battigia è consentito l’accesso alla spiaggia e possono fare il bagno. Si è disposto che il Luogomare che fiancheggia la spiaggia (sede stradale, passeggiata e pista ciclabile) è destinato dal 4 al 17 maggio per le attività fisiche-motorie-passeggio consentite in precise fasce orarie e non in altre, aumentando, a nostro avviso, la concentrazione delle persone e non il loro diradamento. Ma guai a mettere piede sulla spiaggia, privilegio consentito senza limiti di tempo, per ora, a tutti quei cittadini che risiedono entro i 200 mt dalla battigia del mare. Multe da 25 a 500 €. Superfluo il commento. E’ un peccato che una vastissima area costituita da un bene pubblico non venga utilizzata per il libero godimento da parte dei cittadini che avrebbe potuto regalare dei momenti rigeneranti di immersione nella bellezza della natura e del paesaggio garantendo nel contempo un facile distanziamento delle attività motorie, viene destinata solo a pochi, anzi pochissimi.”

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra