Italia Nostra

Data: 24 Gennaio 2017

Chiudere la caccia per proteggere le specie animali dalle avverse condizioni climatiche e dalle fucilate

I rappresentanti regionali delle associazioni ambientaliste LIPU, ITALIA NOSTRA e WWF hanno inviato una nota congiunta all’Assessore regionale all’Ambiente prof.ssa Donatella Spano in cui contestano la richiesta formulata dal mondo venatorio per un prolungamento della caccia oltre il 19 gennaio per i turdidi, data di chiusura fissato dal calendario venatorio regionale in vigore. Francesco Guillot, Graziano Bullegas e Carmelo Spada rispettivamente per la Lipu, Italia Nostra e il Wwf affermano che le richieste di prolungamento della caccia “non hanno nulla di scientifico e sono in contrasto con le direttive europee e opposte agli indirizzi dell’ISPRA”.

“La caccia tutta deve essere sospesa e non prolungata considerando le condizioni climatiche, con un mese di gennaio particolarmente rigido con la presenza di neve in molte parti della Sardegna” – affermano perentori i rappresentanti regionali delle associazioni ambientaliste LIPU, ITALIA NOSTRA e WWF.

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra