Italia Nostra

Data: 20 Luglio 2016

Partecipa al racconto collettivo di PIANETA IN VENDITA 2016

Dare spazio all’inventiva, creando un luogo di scrittura, condivisione e interazione, ma anche realizzare uno spazio di riflessione grazie all’aiuto di tutti coloro che amano scrivere.

E’ con questi semplici obiettivi che l’edizione 2016 di “PIANETA IN VENDITA: raccontare la tutela dei territori e i diritti dei popoli”, iniziativa itinerante promossa da Osvic, Italia Nostra Sinis Cabras Oristano e C.S.C. UNLA di Oristano, propone agli amanti della scrittura e a chi vuole mettersi in gioco, la creazione di un racconto collettivo.

La proposta dal titolo “RIFIUTI–AMO L’AMBIENTE?” è una delle iniziative collaterali di PIANETA IN VENDITA che in questa edizione 2016 ha come tema l’abbandono dei rifiuti e si muove sulla frontiera fra scrittura e azione sociale.

SCADENZA 15 SETTEMBRE 2016

Coloro che aderiranno alla iniziativa, dovranno proseguire l’incipit creato dallo scrittore Maurizio Onnis, uguale per tutti i partecipanti, ed è il seguente:

INCIPIT
“L’afa e la luce del pomeriggio lasciano il posto al fresco e alle ombre lunghe della sera. Il Sole si abbassa lentamente, come se non volesse mai lasciare questa giornata d’estate. Poi d’improvviso, in un secondo, sparisce dietro l’orizzonte.
Nel buio della prima notte, si sentono frinire solo i grilli, immersi dietro la spiaggia, nella macchia mediterranea.
La sabbia, che a mezzogiorno era di un bianco accecante, adesso è nera, massa confusa sotto il cielo. Si perde la linea che separa la battigia dal mare.
Finché sorge la Luna.
Lo specchio lucido dell’acqua ne riflette il chiarore, tutto s’illumina.
È allora che piccoli mulinelli animano la spiaggia. Minuscole cascate di sabbia precipitano verso il basso, aprendo voragini lillipuziane. È un cataclisma, ma l’aria si agita appena.
Fanny è la prima a trovare la superficie. È quasi cieca, ma non importa.
Sa cosa fare. È uscita dal guscio giorni fa, è risalita lentamente scalando granello dopo granello. Adesso trova il cielo. È la prima, e dietro di lei decine di fratelli e sorelle.
Emergono nella notte, si orientano. Alle spalle il buio, sopra la corazza il buio, ai fianchi il buio. Davanti, la luce. La Luna è grande, rotonda, si è impossessata del cielo. Quel disco perfetto, per Fanny e i suoi compagni, significa vita.
La tartaruga alza il rostro verso la luce e la punta decisa.
Lei è la prima a risalire, la prima a marciare sulla riva, la prima a bagnare le zampe.
Una dopo l’altra s’infilano in acqua e cominciano a nuotare.
Una pinnata, una nuova pinnata, con forza, per vincere la corrente che le risucchia e riporta a terra.
È fortuna, questa. Nessun predatore. Sono vive, tutte, un piccolo esercito unito dall’istinto, dal desiderio di farcela. In pochi minuti, l’intera covata sparisce tra le onde.
Di nuovo, in spiaggia, si sente solo il frinire dei grilli.
La notte è ancora lunga. “

Dopo queste righe non dovete che dare spazio alla fantasia, alla passione per la scrittura e alla voglia di mettersi in gioco senza alcun timore, ricordando 3 cose essenziali:

1) Il contenuto del racconto dovrà sviluppare il tema dell’abbandono dei rifiuti; gli elaborati dovranno ed essere inediti

2) la lunghezza degli elaborati non deve superare le 10 cartelle da 1800 battute ciascuna.

3) l’invio degli elaborati deve avvenire entro il 15 settembre 2016 all’indirizzo segreteriapianetainvendita@gmail.com

I racconti di tutti i partecipanti verranno pubblicati sul sito di Pianeta in Vendita, letti e ascoltabili in podcast su Radio Pianeta in Vendita, nella piattaforma on line www.spreaker.coma partire da settembre 2016.

I diritti degli elaborati rimangono di proprietà dei singoli autori.

La partecipazione alla iniziativa è gratuita

Per informazioni è sufficiente scrivere all’indirizzo segreteriapianetainvendita@gmail.com, consultare la pagina facebook https://www.facebook.com/events/1767421596859649/  o telefonare al numero 078371817

Vai su:

http://italianostrasardegna.blogspot.it/2016/07/pianeta-in-vendita-propone-un-racconto.html?spref=fb

 

Ci daresti una mano?

Regalati la tessera di Italia Nostra e donala ai tuoi amici per proseguire una storia lunga oltre 65 anni di iniziative, progetti e battaglie per il Paese.

Italia Nostra